Cosa vedere in Portogallo: 10 luoghi da visitare assolutamente

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/cosa-vedere-portogallo/

Volete andare in Portogallo e siete alla ricerca di una lista completa su cosa vedere in questo Paese incredibile? Beh, smettete pure di cercare.

Il Portogallo è una delle destinazioni preferite di molti viaggiatori, soprattutto negli ultimi anni. Non ci stupiamo che sia sulla cresta dell’onda: i paesaggi sono magnifici, il clima piacevole tutto l’anno, la cucina ottima e i prezzi economici. Il Paese non è nemmeno così grande, quindi con un viaggio di due settimane si possono visitare praticamente tutti i punti di interesse, da nord a sud.

Scopri tutti gli itinerari WeRoad per il Portogallo!

Cosa vedere in Portogallo: 10 luoghi

1. Lisbona

Partiamo dalla capitale citando uno dei poeti portoghesi più famosi, Pessoa, che sulla città scrisse: “per me non esistono fiori in grado di reggere il confronto con la varietà dei colori che assume Lisbona alla luce del sole.” Probabilmente non esistono parole migliori per definire la bellezza di Lisbona, una città di mare che ha un fascino unico al mondo.

La città è tutta un saliscendi perché sorge su sette colli – esattamente come Roma – che si affacciano sull’estuario del fiume Tago. Ci sono diversi quartieri che meritano una visita: Castelo, Alfama, Bairro Alto, Chiado, Belém, tutti che raccontano una parte della storia della città.

Alfama

Se non avete molto tempo per visitare Lisbona e dovete per forza scegliere, partite dall’Alfama, il quartiere più antico della città e senza dubbio quello che ne rispecchia l’anima più autentica. Qui sembra di fare un salto indietro nel tempo, con i vicoli stretti che si aprono in piazzette che somigliano più a delle corti tanto sono piccole. Ci sono miradouro che regalano panorami unici sulla città – tra i più belli senza dubbio quello del Convento da Graça – e lo storico tram 28, che passa per di qui e poi prosegue verso Bairro Alto. Sempre all’Alfama trovate le case del fado, dove assaggiare la cucina tipica ascoltando i cantanti di fado intonare canzoni d’amore verso Lisbona – e non solo.

Il quartiere dell'Alfama a Lisbona
Il quartiere dell’Alfama a Lisbona

Bairro Alto, Chiado, Belém

Bairro Alto è il quartiere dove volete trovarvi la sera per provare sulla vostra pelle la vita notturna della città – decisamente frizzante. A Chiado vedrete una Lisbona più elegante (e ricca): questo quartiere fu punto di incontro per intellettuali e artisti e ancora oggi rimane un luogo più sofisticato rispetto ad altri quartieri. Infine Belém non può mancare nella vostra lista per scattare foto della Torre omonima al tramonto e per assaggiare il pasteis de Belém – quello autentico lo trovate solo qui!

La torre di Belém
La torre di Belém

2. Sintra, Cabo da Roca e Cascais

Questa zona è perfetta per itinerari lunghi e corti perché è a solo un’oretta di treno da Lisbona. Siamo nel Parco Naturale di Sintra-Cascais che potete girare tranquillamente in un giorno, anche solo utilizzando i mezzi pubblici. Certo, se avete più tempo a disposizione, potete fermarvi un giorno a Cascais e un giorno a Sintra per visitare tutti i punti di interesse senza troppa fretta.

Cascais

Cascais è una cittadina costiera dove il mood è rilassato e il sole non fa mai il timido. È la destinazione perfetta se visitate solo Lisbona e volete fare un giorno di mare: le spiagge ricordano quelle dell’Algarve, nel sud del Paese, e l’acqua è decisamente invitante, pur essendo quella fredda dell’oceano. Allontanatevi dal centro per fare una passeggiata fino alla Boca do Inferno, dove la scogliera si apre in una spaccatura spettacolare: le onde del mare che si infrangono sulle rocce creano un’atmosfera suggestiva. Se potete, veniteci al tramonto – merita!

Cosa vedere in Portogallo: La Boca do Inferno al tramonto, Cascais
La Boca do Inferno al tramonto, Cascais

Cabo da Roca

Cabo da Roca è il punto più ovest del continente europeo e quindi è già di per sé un luogo magico. Non aspettatevi però grandi cose: c’è il faro iconico, un bar-ristorante e un monumento con incisa una poesia di Camoes. La vera bellezza qui è la natura – e la sua forza. Le onde che arrivano dall’Atlantico si infrangono violente contro la scogliera (siamo a 140 msl) e il modo migliore per apprezzarne la potenza è trovando un punto panoramico da dove godersi lo spettacolo. Ci sono diversi percorsi di trekking – avventuratevi tra i sentieri, dietro ogni angolo c’è un nuovo panorama da scoprire!

Cabo da Roca
Cabo da Roca

Sintra

Sintra è un piccolo gioiello – sia per l’importanza storia che per la bellezza del paesaggio. La città sembra un borgo uscito da una fiaba e immerso nel verde e i vari palazzi che si intravedono tra le fronde degli alberi aumentano quest’aria di mistero – ancora di più se c’è la nebbia! Cose da vedere assolutamente? Il Palacio da Pena, ex residenza estiva dei regnanti portoghesi, che mescola stili arabi, gotici, rinascimentali e barocchi e spicca per i colori accesi (gli esterni sono rossi e gialli). Vicino sorge il Castelo dos Mouros, costruito dagli arabi nel VII secolo da cui si gode una vista mozzafiato su tutta la zona circostante, e infine Quinta da Regaleira, una tenuta con palazzo e giardini progettati per essere un vero e proprio labirinto – con tanto di grotte, fontane, gallerie e un pozzo di iniziazione.

Scopri il Portogallo da Lisbona a Porto in un itinerario di 8 giorni!

Cosa vedere in portogallo: Il Palacio da Pena, Sintra
Il Palacio da Pena, Sintra

3. Porto

Porto (o Oporto, come viene chiamata in portoghese) viene considerata la capitale del nord del Portogallo. In effetti ricorda molto la sorella Lisbona: anche Porto infatti sorge sulle colline e le strade sono un saliscendi continuo – se le salite non sono un problema, la potete visitare a piedi. Divisa dal fiume Douro, che contribuisce al suo fascino, vi accorgerete subito che Porto è perfetta per gli amanti della fotografia: ogni angolo sembra sempre in posa e pronto ad uno scatto rubato.

La città è famosa in particolar modo per due cose: gli azulejos, le piastrelle di ceramica decorate con disegni blu e bianchi, e il vino Porto, di cui gli abitanti vanno molto fieri. Non perdete l’occasione quindi di fare due passi tra le vie della città per ammirare i palazzi decorati e per fare una degustazione di vino, accompagnata dal tipico baccalà. A Vila Nova de Gaia potete anche fare un tour guidato per scoprire come viene prodotto il vino e visitare le cantine. Insomma: fermatevi almeno due giorni!

Cosa vedere in Portogallo: Porto
Porto

4. Algarve

Cosa vedere in Portogallo in 10 giorni? Fate i primi 3 giorni a Lisbona e poi scendete nel sud, nella magnifica zona dell’Algarve. Non ve ne pentirete, anzi: ci scriverete per ringraziarci del consiglio. Questa regione ha delle spiagge e delle scogliere incredibili, che quasi ricordano la costa del Big Sur nella lontana California. D’altro canto, con 800 km di costa, non poteva essere altrimenti! Qui sono molte località balneari ma le principali sono Faro e Olhão per la zona est, Albufeira e Portimão per la zona centrale e Lagos e Sagres per la zona ovest.

Se avete una decina di giorni a disposizioni vi consigliamo di noleggiare un’auto e spostarvi tra queste cittadine – è il modo migliore per godersi tutte le bellissime spiagge di questa zona del Portogallo. Vicino a Portimão vi consigliamo Praia da Marinha e Praia de Benagil, quest’ultima famosa per la grotta omonima, che viene considerata una delle grotte più belle del mondo grazie alla “finestra sul cielo”, un’apertura sul tetto di roccia.

Nella zona di Lagos invece non perdetevi Ponta de Piedade: scogliere a picco sul mare e una miriade di grotte e insenature tra le rocce rendono questo luogo unico al mondo. Tutta la costa qui merita grazie alle tante spiagge – molte sono davvero piccole, quindi se volete assicurarvi un posticino dove stendervi al sole, venite al mattino presto! Non perdete l’occasione per fare un’escursione in SUP o in kayak – al tramonto perché molto suggestivo, all’alba per vivere l’esperienza nella pace più totale e, se la fortuna è dalla vostra, anche vedere qualche delfino!

Parti alla scoperta dell’Algarve in un itinerario di 9 giorni!

La costa dell'Algarve
La costa dell’Algarve

5. Azzorre

Ci spostiamo dal continente e andiamo al largo: le Azzorre vengono chiamate “perle dell’Atlantico”, e non a caso! Queste nove isole quasi sempre dimenticate sono un vero e proprio paradiso naturale e piano piano stanno diventando una destinazione frequentata da tanti viaggiatori – specialmente chi ama il trekking e stare all’aria aperta. Se avete due settimane a disposizione, scegliete almeno tre isole da visitare – ogni isola infatti ha caratteristiche molto diverse dalle altre, quindi tutte valgono la pena di essere visitate.

São Miguel è l’isola principale e la più varia – se avete poco tempo, potete limitarvi a visitare solo quest’isola per avere l’assaggio giusto delle Azzorre. Pico è perfetta per gli amanti del trekking, visto che qui si trova la vetta di alta di tutto l’arcipelago; Terceira invece è adatta a chi cerca un mix tra escursioni e vita notturna, essendo la più vivace e festaiola. São Jorge è affascinante e bellissima – se si dovesse usare un colore per descriverla, sarebbe il verde. Se volete staccare la spina, andate a Corvo, la più remota tra tutte le isole – qui ci sono solo 400 abitanti – o a Flores, un piccolo paradiso selvaggio.

Pronto a fare trekking alle Azzorre? Parti per un itinerario di 10 giorni!

L'isola di São Miguel, Azzorre
L’isola di São Miguel, Azzorre

6. Alentejo

L’Alentejo è una regione del Portogallo che comprende praticamente la zona tra Lisbona e l’Algarve. Non è un destinazione a cui uno pensa subito quando si parla di Portogallo ma merita comunque di essere menzionato, soprattutto perché è una delle zone più autentiche del Paese. Qui potete scoprire le tradizione più folkloristiche del Portogallo e il suo patrimonio storico.

Partite da Évora, una delle città più grandi della regione e patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Qui non perdetevi la Cattedrale, costruita nel 1300, e il centro storico, che ruota attorno a Praca do Geraldo, la piazza principale. Tra le altre cittadine della zona vi consigliamo Marvão e Castelo de Vide, di origini medioevali, Vila Viçosa, con le case di marmo bianco, Monsaraz, il cui centro storico è un museo a cielo aperto, e Campo Maior, da visitare durante la festa annuale dedicata ai fiori.

Cosa vedere in portogallo: La cittadina di Évora, nella regione di Alentejo
La cittadina di Évora, nella regione di Alentejo

7. Fatima

Non potevamo non mettere nell’elenco Fatima, che ogni anno attira più di 4 milioni di persone, tra viaggiatori, fedeli e pellegrini. Proprio qui infatti si verificarono diverse apparizioni della Madonna e, credenti o meno, non si può non percepire il grande senso di fede che si respira qui. La città in realtà non offre molto più del Santuario: se siete da queste parti, visitate la basilica e le sue dieci cappelle, che rappresentano la vita di Gesù.

Il Santuario di Fatima
Il Santuario di Fatima

8. Nazaré

La località di Nazaré è famosa per due cose: la spiaggia, perfetta per godersi il mare e il sole, e le onde, che qui raggiungono altezze mastodontiche a causa della conformazione particolare del fondale marino. Per questo attira ogni anno moltissimi appassionati di surf: proprio qui, nel 2018, Hugo Vau ha battuto tutti i record domando un’onda di ben 35 metri, ribattezzata col nome di “Big Mama”.

Se il surf estremo non fa per voi, Nazaré dovrebbe comunque essere sulla vostra lista di cose da vedere in Portogallo solo per il suo fascino. Di fatto è un antico villaggio di pescatori e ancora oggi si respira un’aria d’altri tempi: non perdetevi il porto, reso suggestivo dalle centinaia barche da pesca ormeggiate.

Onde gigantesche a Nazaré
Onde gigantesche a Nazaré

9. Coimbra

Se Porto era un Lisbona in miniatura, Coimbra è una Porto in versione più piccola. Città universitaria, fu capitale del Regno del Portogallo, quindi aspettatevi palazzi ed edifici storici – un esempio su tutti, il Palazzo Reale. Coimbra è un’ottima tappa tra Lisbona e Porto: qui potete trovare buona cucina e ottima musica. Infatti è proprio in questa cittadina che vengono realizzati gli strumenti per il fado. Fermatevi una notte e godetevi il lungofiume al tramonto: il giorno dopo sarete freschi e pronti per proseguire il vostro viaggio in Portogallo!

Cosa vedere in Portogallo: Coimbra
Coimbra

10. Óbidos

Non potevamo non chiudere con un pizzico di romanticismo: Óbidos è un villaggio romantico e affascinante, grazie ai vicoletti, le case colorate e il castello, che risale al XII secolo. Vi consigliamo di venire qui a luglio, in occasione della fiera medievale – così potrete camminare circondati da cavalieri e persone vestite con costumi d’epoca. Non dimenticatevi di assaggiare la Ginja de Obidos, il liquore tipico di questa regione, e di fare una passeggiata lungo le mura della città, che regalano panorami unici su Óbidos.

L'incantevole Óbidos
L’incantevole Óbidos
Scritto da Chiara Bertorelle
Mi chiamo Chiara e nella vita ho un solo, grosso problema: sono drogata di viaggi! Dopo la laurea in lingue per l’editoria ho deciso di...