Cosa vedere in Vietnam: i luoghi più belli da non perdere

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/vietnam-cosa-vedere/

Cosa vedere in Vietnam? Intanto complimenti per aver scelto la destinazione più bella di sempre. Secondo: vi state ponendo la domanda giusta e noi abbiamo tutte le risposte.

Il Vietnam è un Paese magnifico sia a livello paesaggistico che culturale e umano. I vietnamiti sono accoglienti, disponibili e sorridenti, la cultura e le tradizioni sono affascinanti e i paesaggi naturali e urbani suggestivi. Se la Thailandia vi sembra troppo turistica e non pensate di essere ancora pronti per l’India, il Vietnam è la destinazione che fa per voi. Con i nostri consigli su cosa non perdervi poi non sbaglierete un colpo. Dato che per la sua conformazione – stretta e allungata – il Vietnam si può dividere in tre zone, così sarà diviso questo articolo. Partiamo?

Scopri il periodo migliore per organizzare un viaggio in Vietnam: leggi qui.

Cosa vedere in Vietnam del Nord

Hanoi

Cosa vedere in Vietnam: Hanoi
Train Street a Hanoi

Da cosa partire se non dalla capitale Hanoi? Tra le cose da vedere in Vietnam è senza dubbio in cima alla lista. Hanoi rappresenta perfettamente quello che è il Vietnam, ossia quel giusto mix tra modernità e tradizioni che lo rendono così affascinante ai viaggiatori di tutto il mondo. Tra le strade di Hanoi si respira il caos e la frenesia tipici delle grandi città asiatiche, mentre nei templi si trova silenzio e pace, quasi come se queste due realtà non facessero parte dello stesso ecosistema. L’elemento principale di Hanoi è l’acqua: quella del Fiume Rosso, che l’attraversa, e del Lago della Spada Restituita, un luogo quasi mistico nel cuore del centro storico.

Come spostarsi a Hanoi? Il mezzo più comune qui è lo scooter, quindi potete mettervi nei panni di un local e provare a sfrecciare tra il traffico intenso delle strade della città. Cosa non perdersi? Tanti consigliano il tempio della letteratura, fondato nel 1070… quindi ve lo consigliamo pure noi. In realtà secondo il nostro modesto parere il modo migliore per scoprire Hanoi è girovagare tra le sue strade – imbattersi in qualche tempio o in un mercatino dove assaggiare street food locale non è poi così difficile!

Da Hanoi a Ho Chi Minh: scopri il Vietnam da nord a sud!

Sapa

Sapa, Vietnam
Le risaie di Sapa

Se pensando al Vietnam vi vengono in mente villaggi tradizionali immersi in verdi risaie sulle colline, la vostra immaginazione è sulla via giusta. Nel nord del Paese ci sono diverse aree dove è possibile ammirare le incantevoli terrazze di riso – tra queste, la località più conosciuta è Sapa. Una cittadina pittoresca dove sono i paesaggi a fare “tutto il lavoro”: i panorami qui sono davvero un incanto per gli occhi. Nonostante Sapa sia diventata nel corso degli anni una delle mete turistiche preferite dai viaggiatori, qui è possibile incontrare alcune minoranze etniche che vivono proprio grazie alla coltivazione del riso. Tappa ideale quindi se amate la natura e il trekking ma volete anche conoscere da vicino cultura e tradizioni del posto.

Ha Long Bay

Baia di Ha Long, Vietnam
Ha Long Bay

Tra tutti i luoghi incantevoli da vedere in Vietnam (e diciamocelo, ce ne sono parecchi), la baia di Ha Long è senza dubbio la prima in classifica. Patrimonio dell’UNESCO dal 1994, da alcuni è considerata l’ottava meraviglia del mondo – e come dargli torto! La baia è costellata da faraglioni e isole che emergono dall’acqua, ricoperte da verde vegetazione e spesso avvolte da una leggere nebbiolina che rende il paesaggio ancora più affascinante. La leggenda narra che questa baia sia nata durante una battaglia tra cinesi e vietnamiti, durante la quale dei dragoni accorsero in aiuto agli ultimi sputando gioielli che formarono poi gli isolotti della baia. Ha Long significa proprio “dove il drago scende in mare”.

Come visitare la baia? Potete prendere parte a una crociera di una o più notti, sicuramente il metodo più comune per visitare Ha Long. In questo modo potrete anche assistere ad un’alba immersi nella magica atmosfera della baia. Noi vi consigliamo anche di noleggiare dei kayak ed esplorare autonomamente Ha Long, così da poter godere in tranquillità della sua immensa bellezza. Per una vista mozzafiato invece salite fino al viewpoint su Poem Mountain – un trekking in mezzo alla natura che si apre su un panorama di Ha Long Bay incredibile!

Ninh Binh, Tam Coc e Hang Mua

Hang Mua, Ninh Binh, Vietnam
La vista da Hang Mua

Nel Vietnam del Nord un’ultima cosa da non perdersi è la regione di Ninh Binh. La capitale che porta lo stesso nome della provincia in realtà non ha molto da offrire, ma a soli 6 km a sud si trova quella che molti chiamano la “baia di Ha Long della terraferma”. Qui troviamo il villaggio di Tam Coc, circondato da campi di riso e montagne che sembrano dei faraglioni che sbucano dal terreno. L’escursione più comune ma imperdibile da fare da queste parti è salire a bordo di alcune barchette e navigare il fiume, esplorando alcune grotte scavate proprio dal corso del fiume.

Così come per Ha Long Bay, anche qui c’è un viewpoint da non lasciarsi sfuggire: Hang Mua. Per salire sul cucuzzolo di questa montagna bisogna scalare ben 450 scalini ma credeteci, il panorama vale tutta la fatica: da qui sopra infatti si apre una vista a 360° sull’intera area circostante. Come muoversi a Tam Coc? Noleggiate una bicicletta e pedalate tra le risaie e le montagne – non rimarrete delusi.

Vietnam centrale: cosa vedere

Hue

Hue, Vietnam
L’antica capitale Hue

Per scoprire la storia più antica del Vietnam, Hue è il luogo perfetto. Questa città fu la capitale del Paese durante l’impero della dinastia Nguyen e ancora oggi si può percepire che Hue fu il cuore della cultura vietnamita del tempo. Basta fare una visita alla cittadella imperiale, patrimonio dell’UNESCO: al suo interno si trovano alcuni edifici, tra cui anche la residenza della famiglia imperiale. La seconda attrazione di Hue sono le tombe imperiali, che si trovano a sud della città, sparpagliate lungo il fiume. In generale l’atmosfera che si respira qui è quella di un Vietnam antico, legato alle tradizione – decisamente diverso da quello si vive nelle grandi città come Hanoi o Ho Chi Minh City.

Hoi An

Hoi An, Vietnam
La città delle lanterne, Hoi An

Non può mancare nel vostro itinerario di viaggio in Vietnam una tappa a Hoi An, una cittadina pittoresca che sorge praticamente sull’acqua. Il centro storico si sviluppa infatti lungo il fiume e qui si trovano negozi di ogni tipo, da ristoranti dove assaggiare pietanze tipiche a botteghe dove è possibile farsi realizzare un abito su misura o comprare una lanterna. Di sera questa zona è suggestiva grazie proprio alle lanterne colorate che si riflettono sull’acqua del fiume. Hoi An fu uno dei principali porti commerciali del Vietnam tra il 1400 e il 1800 e ancora oggi si respirano le influenze di altre culture, soprattutto nelle architetture.

Vi consigliamo di fermarvi a Hoi An almeno una notte, così da poter vivere appieno la magia di questa cittadina. Se cercate un’escursione di un giorno potete raggiungere le rovine di My Son, a circa un’ora di macchina da Hoi An. My Son fu un importante centro religioso e spirituale durante il Regno Champa e comprendeva più di 70 strutture tra monumenti, templi e santuari. Le rovine sono incredibili, anche grazie al paesaggio naturale che le circonda.

Da Nang

Golden Bridge, Da Nang
Golden Bridge, Da Nang

Da Nang è la terza città più grande del Vietnam dopo Hanoi e Ho Chi Minh City e si affaccia direttamente sul mare. Rinomata per le sue spiagge, prendetela in considerazione se durante il vostro viaggio volete anche fare una tappa per godervi un po’ di mare. Da qui inoltre si può partire per visitare le colline di Bà Nà, a 45 minuti dalla città, dove si trova un parco divertimenti che attira soprattutto locali.Da qualche mese però anche i viaggiatori fanno un salto da queste parti, soprattutto perché vogliono passeggiare sul famoso ponte sospeso sorretto da due gigantesche mani di pietra, l’ultimo trend quando si parla di foto per il proprio feed in Instagram.

Nha Trang

Nha Trang, Vietnam
Nha Trang

Come Da Nang, anche Nha Trang è una località balneare conosciuta soprattutto per le sue bellissime spiagge e isole. Diciamo che se cercate il Vietnam autentico, a Da Nang e Nha Trang rimarrete abbastanza delusi: l’aspetto di queste due città è decisamente occidentale, con edifici e grattacieli praticamente ovunque. Se però volete fare una tappa mare nel vostro itinerario senza spingervi a Phu Quoc, le opzioni ideali sono queste. La vita notturna non manca di certo e se sentite nostalgia dell’elemento naturale, fate un salto alle cascate di Ba Ho, appena fuori Nha Trang – potete anche fare il bagno in alcune piscine naturali davvero niente male!

Mui Ne

Mui Ne, Vietnam
Le dune rosse di Mui Ne

Il deserto in Vietnam? Sì, c’è anche quello. A Mui Ne, cittadina balneare meno sviluppata rispetto a Da Nang e Nha Trang, l’attrazione principale sono le dune di sabbia che sembrano sbucare dal nulla. Sono di due colori, bianche e rosse – anche se queste ultime, seppur suggestive, non sono nulla di che. Le dune bianche invece sono estese e permettono di fare qualche escursione con i dune buggy o prendere una lezione di sandboard. Rimanete fino al tramonto, il momento più speciale di tutta la giornata.

Da Lat

Cascate Pongour. Da Lat, Vietnam
Le cascate di Pongour, Da Lat

Da Lat è la destinazione dei vietnamiti che sono stanchi del Vietnam e vogliono fare un salto in Europa. Questa cittadina infatti è soprannominata “la piccola Parigi” per la sua atmosfera fiabesca che la rende una meta ideale per una fuga romantica. Pensate che potete anche trovare una riproduzione della Torre Eiffel – decisamente non è quello che uno cerca quando fa un viaggio in Vietnam, per quanto Da Lat possa essere bella. Tuttavia fuori Da Lat c’è la natura che chiama: a 30 km dalla città si trova la cascata di Pongour, una delle più grandi del Vietnam. Non manca nemmeno la possibilità di fare canyoning: se cercate un’avventura un po’ diversa dal solito, Da Lat potrebbe essere la soluzione per voi!

Cosa vedere in Vietnam del Sud

Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City, Vietnam
Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City è la seconda città più importante del Paese dopo la capitale Hanoi ma detiene il primato di essere la più vasta e popolosa. L’antica Saigon, questo il suo nome ufficiale fino al 1975, fu l’antica capitale del Vietnam del Sud prima dell’unificazione. A Ho Chi Minh City si torna alla frenesia delle caotiche metropoli asiatiche e non potete non fare un salto qui anche solo per perdervi tra le sue strade. Da non perdere a Ho Chi Minh City è l’escursione ai Cu Chi Tunnels, i tunnel che venivano utilizzati durante la Guerra del Vietnam. Un buon modo per scoprire la storia più recente del Paese!

Delta del Mekong

Il delta del Mekong
Mercati galleggianti sul delta del Mekong

A sud di Ho Chi Minh City si trova una delle più grandi attrazione del Vietnam del Sud e tra le cose da vedere in Vietnam è tra le prime in classifica. Il Mekong è un fiume immenso e il suo delta ha una portata enorme. Potete prendere parte ad un tour in giornata (ce ne sono moltissimi che partono da Ho Chi Minh), oppure fermavi una notte sul delta. Qui è possibile vedere come ancora oggi questo fiume rappresenti una risorsa essenziale per le comunità locali – vi basterà fare un giro a bordo di una barca per rendervene conto. Un cosa da non perdere? I mercati galleggianti!

Phu Quoc

Phu Quoc, Vietnam
Phu Quoc

Una piccola chicca tra le cose da vedere in Vietnam, per fortuna ancora poco conosciuta, l’isola di Phu Quoc si trova nel sud, anche se ad un primo sguardo sembrerebbe far parte della Cambogia. Phu Quoc è un’isola tropicale dove la natura regna incontaminata – più che in Vietnam, vi sembrerà di essere nelle isole del sud della Thailandia. Dopo un viaggio da nord a sud alla scoperta del Paese, venire qui è come mettere la ciliegina sulla torta: sono sufficienti tre giorni per ricaricare le batterie e tornare a casa freschi come delle rose.

Il Vietnam ti affascina? Scopri tutti i viaggi WeRoad in questa terra magnifica!

Scritto da Chiara Bertorelle
Mi chiamo Chiara e nella vita ho un solo, grosso problema: sono drogata di viaggi! Dopo la laurea in lingue per l’editoria ho deciso di...