Patria di film famosi e di serie tv che hanno fatto la storia, città del glamour, di Hollywood, di Venice Beach, dei Lakers: stiamo parlando di Los Angeles. Insieme a New York, è quella città iconica degli Usa che sogniamo di vedere fin da piccoli, quella che ha creato l’ideologia del surfista californiano, della vita mondana di Beverly Hills, dello shopping a Rodeo Drive e delle passeggiate sulla Walk of fame con la possibilità di incontrare qualche star del cinema.

Eppure dietro a queste sfumature mainstream, si nasconde una città dai mille volti. D’altronde il celeberrimo architetto Frank Lloyd Wright scrive “Ribalta il mondo di lato e tutto quello che non è fissato finirà a Los Angeles”, proprio a voler intendere quanto la città degli angeli sia in costante evoluzione.

cosa vedere a Los Angeles

Le attività e le attrazioni non mancano in questa città, ma cosa vedere e quanto stare a Los Angeles?Eccovi una piccola guida salvavita che vi consentirà di non perdere tutto quello che di bello c’è da fare…e magari di incontrare il vostro idolo del cinema dove meno ve lo aspettate!

Hollywood

Nella nostra lista di cose da vedere a Los Angeles, non possiamo non partire da uno dei quartieri più famosi ed iconici della città: Hollywood. Il cinema lega come un filo rosso tutte le attrazioni della città e questo quartiere è sicuramente l’emblema della movie culture.

Una delle attrazioni principali è proprio la “Hollywood walk of fame”. Due km di strada visitati ogni anno da circa 10 milioni di turisti che accorrono per vedere la stella incastonata nel marciapiede dedicata alla loro celebrità più amata. Imperdibili in una passeggiata qui, sono anche le visite al Dolby Theatre, ovvero il teatro che per una sera all’anno diventa il centro del mondo ospitando la notte degli Oscar, e al Chinese Theatre, uno dei cinema storici di Los Angeles inaugurato nel 1927 con la proiezione del film “Il re dei re”.

Per gli amanti dello shopping segnaliamo Melrose Avenue, una delle vie più pittoresche del quartiere. Qui troverete ristoranti, bar, ma soprattutto negozi che vendono ogni genere di articoli, da scarpe di lusso ai mobili d’antiquariato.

La Hollywood Sign svetta in lontananza immersa in una cornice di palme e automobili al tramonto

Da qui potrete anche iniziare il tour degli studios, gli studi cinematografici che hanno prodotto le nostre serie e film preferiti, con la Paramount Pictures. Qui sono stati girati Star Trek e Happy Days e fra i più recenti Glee, Gracie & Frankie e This is Us.

Continuando invece a parlare di shopping, ad Hollywood non potete perdere l’Hollywood and Highlands. Si tratta di un gigantesco shopping center in pieno stile americano costruito su più piani da cui avrete anche una buona vista dell’Hollywood Sign. Parliamo della scritta che ci ha fatto sognare in tante serie ed uno dei simboli più conosciuti di tutta la California.

Hollywood sign

Hollywood sign è il segno del legame indissolubile che Los Angeles ha con il mondo del cinema. Domina il Mount Lee dal 1923, quando vi fu inizialmente posta come pubblicità per il nuovo quartiere residenziale appena costruita su queste colline.

Originariamente la scritta era più lunga, ovvero Hollywoodland e sarebbe dovuta essere una pubblicità temporanea, tuttavia si è trasformata in un’immagine simbolo della città ed ora è una delle tappe preferite dei turisti che si trovano ad L.A. Ovviamente sarete desiderosi di fotografare questa scritta e postare subito una foto su Instagram per immortalare questo momento. Detto fatto, vi suggeriamo una delle location migliori dove fare il vostro scatto: il Lake Hollywood Park.

Si tratta di una distesa verde, su cui si affacciano alcune delle case più esclusive della città. Ci sono anche altri luoghi da cui vederla, come: Hollywood Boulevard, una delle vie più famose del quartiere; il Belvedere di Mulholland; l’osservatorio Griffith da cui è possibile godere di ottime viste della città.

Gli Studios ad Hollywood

In quanto città del cinema, a Los Angeles non potevano mancare parchi tematici dedicati alla settima arte.

L.A infatti è la città dove hanno sede gli Universal Studios, ma anche i Warner Studios, i Sony Pictures Studios e la 20th Century Fox.

Nel corso degli anni a Los Angeles hanno preso vita tanti cult e sono state raccontate innumerevoli storie. Un tour della città non può dirsi completo se non si dedica del tempo alla visita di quei luoghi che hanno visto nascere i film della nostra infanzia e quelli che aspettiamo con trepidazione oggi. Visitare uno studio cinematografico a L.A. è più facile di quanto si creda. Quasi tutti gli studios offrono infatti tour guidati con la possibilità di vedere un set da insiders.

Partiamo dagli studi della Warner, che sono uno dei più famosi di tutta la città. Gli studios che hanno prodotto “Harry Potter” non potevano non ospitare un intero edificio dedicato al film e ovviamente un parco giochi che simula il magico mondo dei film. Ci sono poi i Sony Pictures Studio, dove sono stati girati moltissimi successi recenti tra cui “Spiderman”, “Underworld” e “Men in Black”. Qui il tour vi porta alla scoperta anche di set di film come “Il mago di Oz”, ma anche di pietre miliari della tv americana come la “Ruota della fortuna”. C’è poi la 20th Century, che ha realizzato alcune delle serie tv che ci sono entrate nel cuore. Partiamo dai Simpson per approdare ad altri show di successo come “How I Met Your Mother”, “Modern Family”, “New Girl”.

Inoltre non ci dimentichiamo che star iconiche del calibro di Marilyn Monroe o Shirley Temple hanno raggiunto la celebrità proprio grazie alla Fox. Potrete trovare qui e là fra gli studios statue a loro dedicate e piccoli approfondimenti sulle loro carriere. Se invece volete rivivere la magia delle saghe che hanno fatto la storia come “Ritorno al Futuro” oppure “Jurassic Park”, dovete visitare gli Universal studios. Nati nel 1912, questi studios hanno prodotto alcuni dei film più famosi della storia come “E.T. l’extra-terrestre”, o “La Guerra dei Due Mondi”.

Nella lista di cosa vedere a Los Angeles non può decisamente mancare almeno uno di questi set, tutti comodamente prenotabili online scegliendo tra tour di diversi tipi, da quello basic a quello VIP. Pianificate per tempo la vostra visita, dato che gli studios sono uno delle principali attrazioni in città, così non rischierete di rimanere senza biglietto!

Un'auto rossa parcheggiata negli Universal Studios con dei murales sullo sfondo

Beverly Hills

Oltre ad Hollywood, l’altro quartiere più rappresentativo di L.A. è sicuramente Beverly Hills. Nella lista delle cose da vedere a Los Angeles non può mancare una visita alla zona del lusso sfrenato per eccellenza! Questo quartiere, che insieme a Bel Air e Holmby Hills crea il cosiddetto “Triangolo d’oro”, è la location scelta come casa da moltissimi vip.

Se siete dei veri fan, potreste voler cercare le case delle star su alcune mappe speciali (le Star Home Map) che quasi tutte le edicole di Los Angeles vedono. Tra le ville di lusso di spicco troverete sicuramente quelle di Marilyn Monroe, Elvis Presley, Charlie Chaplin e Walt Disney. Quasi tutti e 15 km che costituiscono Beverly Hills sono dominati dalle ville maestose che le star si sono fatti costruire negli anni, dalle loro macchine di lusso e da vie dello shopping.

La più celebre di tutte è sicuramente Rodeo Drive. La sua storia glamour inizia negli anni ’70, quando grandi marchi del lusso come Chanel, Hermes, Dior scelsero di aprire le loro boutique proprio qui. La strada, un po’ come la Walk of fame, è caratterizzata da scritte incise che sono citazioni proprio dei più grandi stilisti del mondo. Sempre parlando di shopping vi consigliamo di vedere “The House of Bijan”, il negozio più costoso del mondo (parliamo di un posto dove un paio di calzini costa circa 100 Dollari!) .

Vi potrà capitare di incontrare qui fuori Tom Cruise o Schwarzenegger, che sono due habitué dello shop. Nella vostra visita non può mancare poi il “Beverly Gardens Park”, i giardini del quartiere dove potrete ammirare pezzi d’arte come la “Fontana Elettrica”, il gioiello del parco. Ma visitando i giardini siamo sicuri che farete uno stop importante da selfie: quello davanti al cartello “Beverly Hills” . Non si tratta dell’originale, ma di una riproduzione dell’arco storico che vale assolutamente lo stop. Fare una foto qui ci catapulterà di nuovo nelle avventure, i drammi e gli amori dei giovani di Beverly Hills 90210!

Delle persone attraversano la strada davanti ai negozi di Beverly Hills durante il giorno

Downtown Los Angeles

Downtown L.A è molto diversa dalla concezione classica di centro città. Parliamo infatti di un’area di 12,25 km² di cui fanno parte quartieri molto diversi fra loro. Partiamo ad esplorarla da uno dei suoi punti più significativi, Pershing Square.

Questa piazza è la dimostrazione di un lavoro di riqualificazione urbana di Downtown che l’ha portata ad essere un mix di architetture diverse alternate a spazi verdeggianti. A Pershing Square spiccano il campanile viola ed una fontana a forma di giradischi, due esempi di design moderno. Non molto distante dalla piazza, troveremo un’altra delle cose da vedere a Los Angeles. È la sua Public Library, ovvero la biblioteca dove si respirano vibes dell’antico Egitto. È stata costruita infatti come una sorta di tempio con sfingi, mosaici e persino una torre con tetto a piramide che non passano inosservati nel mix di grattacieli della città. Per fotografarla da lontano e immortalare questo mix di contrasti unici, salite per Bunker Hills Step, una bella scalinata che vi porta in cima per avere un’ottima vista sulla città.

I grattacieli di Downtown Los Angeles si stagliano alla fine di una grande strada

Se siete amanti della musica non potete perdervi due attrazioni di Los Angeles davvero uniche.

La prima è la Walt Disney Concert Hall, aperta nel 2003. Fin da subito per le sue forme leggere, che sembrano quasi vele, è diventato uno dei luoghi più fotografati della città degli angeli. La hall principale conta 2265 posti, ma c’è anche un teatro più piccolo da 250 posti. Niente male insomma per essere la sede della LA Philharmonic e della LA Master Chorale.

La seconda è sicuramente il Music Center Plaza, uno dei centri artistici più importanti della West Coast. Il centro inoltre riunisce artisti, comunità e idee con l’obiettivo di arricchire la vita cittadina di L.A, con i suoi concerti e balli che si concentrano soprattutto d’estate. Come ultimo step vi consigliamo un salto alla Union Station, la stazione ferroviaria della città. L’architettura è un mix fra quella coloniale spagnola e Art Deco. Si parla di Mission Revival Style, un movimento architettonico ispirato dalle missioni spagnole del XVIII e XIX secolo.

Per una pausa culinaria a Downtown vi consigliamo uno stop al Grand Central Market. È un grande mercato centrale che ha propone i sapori tipici delle innumerevoli culture e popolazioni che abitano la città. Troverete panini gourmet, sandwich, bagels, ramen, tacos, cibo giapponese, cinese, filippino, coreano: tenete uno spazio libero per assaggiare un po’ di tutto, vi assicuriamo che ne vale la pena!

Sunset boulevard

Fra i posti da visitare a Los Angeles, una tappa obbligata è Sunset Boulevard. Parliamo di una delle strade più famose della città che sembra unire i puntini che collegano le attrazioni di L.A, collegando la zona più antica della città a Malibù, attraversando Hollywood, West Hollywood, Beverly Hills. La parte che tutti conoscono di questa via è la Sunset Strip, popolata da tantissimi bar, ristoranti e negozi.

Oltre alla sua vivace vita notturna, questa strada è famosa anche per le tante storie chehanno avuto luogo allo Chateau Marmont, un hotel leggendario che si trova proprio in questa parte del Sunset Boulevard. Si tratta di un segretissimo buen retiro delle star che spesso ha fatto da location dell’after party degli Oscar. Qui nascono molti dei gossip che vedono protagonisti i nostri attori e cantanti preferiti, tanto che fra i divi nel tempo si è creato il detto “se devi metterti nei guai, fallo allo Chateau Marmont”.

La Sunset Strip è stata in passato famosa per i suoi club di gioco d’azzardo e per il traffico di sostanze illegali. Negli anni ’50 divenne un quartiere artistico e, negli anni ’60, la zona preferita degli hippy, dei punk, dei rocchettari e di altri gruppi alternativi.

Per chi ama il cinema, una cosa da vedere in questa zona di Los Angeles è lo Studio di Charlie Chaplin. In questo edificio, infatti, l’attore comico e regista più famoso del XX secolo ha mosso i primi passi. Inoltre se amate le commedie divertenti, dovete fermarvi al “The Comedy Store”. È uno dei comedy club più famosi di tutta America, che ha visto esibirsi Jim Carrey, Eddie Murphy, David Letterman. Un invito a venire qui? Alle star piace spesso tornare su questo palco, senza averlo programmato, quindi in uno stop qui potreste regalarvi una serata unica ed in compagnia del vostro comico preferito.

Il cartello stradale verde indica l'inizio di Sunset Boulevard davanti alle palme

Santa Monica

Pattini a rotelle, zucchero filato, una ruota panoramica che domina il paesaggio, negozi di lusso e bar dove godersi una birra al tramonto. Benvenuti a Santa Monica, il sogno della California! Si tratta di una delle mete più attese dai turisti in viaggio in California. Sicuramente il primo stop è il suo Pier, forse il molo più famoso degli Usa ed uno dei simboli di Los Angeles.

L’attrazione principale e la più fotografata di questo luogo, immancabile tra le cose da vedere a Los Angeles, è il cartello che segna la fine della mitica Route 66, luogo di ritrovo per tanti roadtrippers, sebbene sia un’indicazione solo simbolica. Il punto in cui davvero la strada termina è infatti il Palisades Park, che si trova sempre nella zona di Santa Monica. Parliamo di una delle zone più verdi del quartiere, nonché luogo preferito di chi vuole rilassarsi guardando il bellissimo panorama delle spiagge sottostanti.

A Santa Monica non potete non salire a bordo del Merry Go Round Carousel, un carosello degli anni 20’ con cavalli in legno mentre magari vi godete, in ricordo dell’infanzia, uno zucchero filato multicolore. Immancabile anche un giro anche sulla ruota panoramica, uno dei luoghi più belli di Santa Monica che vi consigliamo di godervi al tramonto. La luce diventa dorata e potrete ammirare dall’alto tutta la spiaggia, mentre le persone fanno jogging, pattinaggio, skateboard, ciclismo, magari al ritmo di “California dreaming”.

Alcune persone attraversano a strada sotto la scritta Santa Monica vista al tramonto

Venice

Proseguendo nel nostro tour delle county di Los Angeles, arriviamo ad una delle più popolari, ovvero Venice. È chiamata anche la “Venezia d’America” per il sistema di canali artificiali che la caratterizza da quando l’imprenditore Abbot Kinney la vinse lanciando una monetina. La prima attrazione di Venice è la Venice Beach Boardwalk, o Venice Ocean Front Walk.

È il simbolo del quartiere ed è un lungo viale che si affaccia sull’Oceano Pacifico. Percorrerlo è molto piacevole soprattutto per godere dell’anima un po’ bohemien data da numerosi artisti e musicisti che la popolano. Venice è poi famosa per le sue spiagge che sono dotate di ogni comfort e benessere soprattutto se siete amanti del fitness.

Tra le più famose c’è Breakwater, nota soprattutto per il surf. Un luogo perfetto per praticarlo, prendere lezioni o semplicemente lasciarsi incantare dalla bravura dei tanti surfisti local. C’è poi Muscle Beach, la spiaggia preferita dai culturisti che proprio qui sperimentano ogni giorno allenamenti nuovi e diversi. Capita spesso che fra di loro ci sia anche Arnold Schwarzenegger.

Venice Beach vista dal mare con la sua spiaggia bianca e le alte palme di fronte alle abitazioni

Lo spirito fitness è così sentito che qui si trova anche la Walk of Fame locale, dedicata a tutti i volti noti dell’industria dello sport e del benessere. Se volete vivere invece lo spirito di Venezia della città, non potete saltare la Venice Canal Historic District, la zona dei canali. Si tratta di un’area pedonale e principalmente residenziale, fatta di edifici di lusso e ponti variopinti fra cui navigano piccole imbarcazioni.

È poi impossibile lasciare Venice senza ammirare la sua street art. Fra le strade di questa county non potete non rimanere a bocca aperta davanti ad una rivisitazione della Notte Stellata di Van Gogh, oppure ai ritratti di Arnold Schwarzenegger e di Jim Morrison. Segnaliamo anche una moderna Venere di Botticelli in pattini a rotelle e jeans che sembra incarnare proprio lo spirito del quartiere. Infine, ammirate i murales del Venice Beach Graffiti Park o andate a vedere gli artisti che mostrano le loro capacità allo Skate Park.

Malibù

Ma dopo aver visto alcune delle attrazioni più interessanti di Los Angeles, passiamo alle sue spiagge e vi parliamo di Malibù. Si tratta di una cittadina non troppo distante dal centro che non può mancare nel vostro itinerario. Ebbene sì è proprio quella che voleva comprare Sangiovanni per amore lo scorso anno e non possiamo dargli torto. È una delle cittadine più ricche e belle della California, dove molte celebrità hanno deciso di comprarsi casa e stabilirsi. Sono circa 45 km di costa fatti di colline che sembrano quasi gettarsi nel litorale e ovviamente ampie spiagge dorate.

La più famosa di tutte è El Matador. Scendete con una scaletta di legno e rimanete a bocca aperta, davanti ad una spiaggia incastonata nella scogliera con delle grotte molto belle e scenografiche e che creano dei giochi di luce. Sicuramente è una delle spiagge più particolari di quest’area. Diversa dalle classiche spiagge californiane che immaginiamo tutta sabbia e surf, non dovrebbe mancare tra le cose da vedere a Los Angeles!

Uno scorcio delle colline di Malibù illuminate da una calda luce

A Malibù non potete non passeggiare sul famoso pier e godervi una vista dei surfisti che provano a cavalcare le onde. Inoltre, suggeriamo di visitare la Getty Villa. Strutturata come un’antica villa romana ma con quel tocco di kitsch in più, è una sorta di prolungamento del Getty Museum. Troverete esposte circa 45.000 pezzi d’arte greca, romana ed etrusca risalenti al periodo che va dal 6500 A.C. al 440 D.C. Malibù è davvero una città completa dove potrete fare il bagno in una delle spiagge più belle della California, concedervi un cocktail in alcuni dei bar più famosi al mondo delle celeb e godervi un po’ di cultura.

I musei da non perdere a Los Angeles

Abbiamo parlato di tantissime attrazioni, spiagge e vie dello shopping, ma Los Angeles è anche uno dei poli culturali più importanti della California e degli Stati Uniti. Nel vostro itinerario, quindi, non può mancare una visita ad almeno uno di questi 3 musei.

Il primo è il Getty Center: più che un museo, ci troviamo davanti ad una vera opera d’arte. Fu realizzato dall’architetto Richard Meier con un budget da miliardi di dollari e nasce dalla volontà di Paul Getty, un grande collezionista d’arte che disponeva di pezzi inestimabili.

Il complesso è costituito da quasi 11 edifici immersi in spazi verdi, fontane e sculture. Internamente è diviso in 4 aree per ospitare tutte le collezioni. Fra queste vi sorprenderete trovando alcuni dipinti di Mantegna, di Rembrandt, di Renoir e anche di Van Gogh. Parliamo insomma di nomi di un certo calibro. All’esterno della parte espositiva non finisce la magia di questo posto: Arrivate al giardino più interessante del parco che circonda il Getty, il Central Garden, a cui si accede percorrendo un piccolo sentiero con ruscello annesso. Per godersi un momento qui vi invitiamo restare in silenzio ed ascoltare solo il suono dell’acqua che scorre.

C’è poi il Los Angeles County Museum of Art (LACMA), ovvero il polo culturale più grande dell’ovest degli USA. Qui potrete trovare 150.000 opere sia di arte antica che moderna. Tra le aree più interessanti del museo spiccano il Padiglione d’arte giapponese, quello di arte islamica e la collezione di arte coloniale che racconta in parte la storia della città, nel suo mix di culture differenti. Una delle attrazioni più interessanti del Lacma è sicuramente la Urban light, ovvero un’installazione fatta da 202 lampioni risalenti agli anni fra il 1920 e il 1930 che ricordano un labirinto di luci.

Last but not least, tra le cose da vedere a Los Angeles c’è l’osservatorio Griffith. Parliamo di uno dei simboli iconici della città e ovviamente una delle attrazioni più ricercate, visitate e fotografate di tutta Los Angeles. È uno degli osservatori astronomici più importanti e famosi al mondo, reso ancor più bello dalla sua posizione, immersa nel verde del Griffith Park. Qui non solo è possibile avere vista del cielo e spiegazioni che riguardano il campo dell’astronomia, ma anche una view privilegiata di tutta la città.

Vista dall'alto dell'Osservatorio Griffith al tramonto con i palazzi di Los Angeles in lontananza

Visitare Los Angeles con WeRoad

WeRoad vi porta alla scoperta del mondo e non poteva mancare Los Angeles fra i luoghi dei nostri viaggi! Per farvi scoprire al meglio la città e anche la cultura americana e i luoghi di cui vi siete innamorati tante volte in tv, abbiamo pensato a ben tre itinerari che toccano la città degli angeli.

Il primo è un tour che vi porta alla scoperta della California. Qui potrete vivere il sogno americano in un percorso che vi farà vedere le bellezze della costa californiana, lungo i 1.000 chilometri che vanno da San Francisco fino alla Contea di Orange, nei pressi di Dana Point, a sud di Los Angeles.

Se invece sognate di mettere i Planet Funk, i Dire Straits o Chuck Berry a volume alto in macchina mentre girate on the road, vi suggeriamo il nostro tour che percorre la Route 66 da Chicago a Los Angeles. Attraverserete ben 7 stati americani. Dall’Illinois alla California, dal lago Michigan all’oceano Pacifico, innamorandovi dei tramonti dal finestrino, in una completa full immersion di cultura Yankee.

Per scoprire invece di più dei Parchi e della natura degli Stati Uniti, il nostro itinerario Far West 360° è perfetto per voi. 12 giorni alla scoperta di Los Angeles, ai peccati di Las Vegas, mentre vi innamorerete di una natura selvaggia e incontaminata. Attraverserete il Grand Canyon, l’iconica Monument Valley, il Bryce Canyon, lo Zion National Park e la Death Valley.

Insomma, ora che sapete cosa vedere a Los Angeles, siete pronti a partire? Avete trovato la playlist giusta per voi e siete carichi per scoprire questo mondo da film? Siamo sicuri di si!

Barbara Amasino
Scritto da Barbara Amasino