Cosa vedere in Grecia, tra isole ed entroterra: tutti i luoghi da non perdere

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/cosa-vedere-grecia/

La Grecia è il mix perfetta tra cultura antichissima, isole dalle casette bianche, tramonti mozzafiato sul mare e buona cucina. Cosa vedere in un viaggio in Grecia? Vi diamo qualche dritta!

Abbiamo la Grecia nel cuore: è una delle nostre destinazioni preferite quando si parla di viaggi estivi all’insegna del mare e del divertimento. In realtà però la amiamo tanto perché è poliedrica: accontenta davvero tutti. Più o meno ovunque si possono ammirare i resti della civiltà greca, con antiche rovine incredibilmente ben conservate, e le tradizioni si vivono tra le strade, i mercati e la vita di tutti i giorni.

La Grecia continentale è l’ideale per chi vuole un viaggio per riscoprire la storia antica di questo Paese. Le isole, dalle Cicladi alle Ionie, sono delle perle di rara bellezza, dove i ritmi sono rilassati e le serate estive accarezzate dalla brezza fresca che arriva dal mare. Non mancano nemmeno i momenti di festa e divertimento: di notte, in alcune isole, non si dorme mai!

La Grecia ti affascina? Scopri tutti i viaggi WeRoad!

Cosa vedere in Grecia: l’entroterra

1 Atene

Cosa vedere in Grecia: vista di Atene

Non possiamo non partire dalla capitale, la millenaria Atene. L’origine del nome si deve alla dea Atena, che vinse contro Poseidone una specie di battaglia divina – e possiamo dirlo, fu il primo atto di girl power della storia. La città fu costruita su sette colli, esattamente come Roma, e proprio come la nostra amata capitale italiana, ad oggi conserva reperti archeologici che attirano viaggiatori e turisti da tutto il mondo.

Cosa vedere ad Atene? Per immergervi nella storia e nella mitologia greca, partite dall’Acropoli, che domina la città, dal Museo dell’Acropoli e dall’Agorà. Per tornare ai giorni nostri fate un salto a piazza Syntagma, dove potete assistere al tradizionale (e parecchio folkloristico) cambio della guardia, che si tiene ogni ora. Se passate per Atene la domenica, fate due passi al mercatino delle pulci del quartiere di Monastiraki. Per un tramonto mozzafiato, salite al Colle Lycabettus – uno dei famosi 7 colli su cui fu costruita la città. Potete salire a piedi oppure con la funicolare – la vista da quassù è spettacolare!

2 Micene

vista di Micene

Micene è talmente antica che la sua fondazione non è nemmeno attribuibile ai greci. Si pensa siano state delle popolazione neolitiche a occupare questo territorio per prime – anche se il racconto mitologico dice che fu Perseo a fondare Micene. Fu anche casa del leggendario guerriero Agamennone che combatté durante la guerra di Toria.

Oggi detiene il primato di essere uno dei siti più antichi del patrimonio mondiale dell’UNESCO in Grecia. Cosa potete vedere visitando il sito? Le antiche mura che circondavano la città, il palazzo reale e alcune lapidi presso le quali furono trovati arredi funerari di immenso valore.

3 Meteora

Vista di Meteora

Tra le cose da vedere in Grecia non può mancare Meteora, un importantissimo centro della chiesa ortodossa del Paese che si trova a circa 5 ore di auto da Atene. Meteora significa letteralmente “in mezzo all’aria” e non a caso: il paesaggio è dominato da imponenti colonne di roccia sulle quali sorgono dei monasteri che sembrano proprio sospesi a mezz’aria. Un luogo che ha decisamente qualcosa di magico e che, nonostante la posizione abbastanza scomoda, è una delle destinazioni preferite da chi organizza un viaggio in Grecia.

Come si raggiungono i monasteri? Un tempo si poteva salire soltanto utilizzando delle carrucole – un metodo decisamente poco attento alle norme di sicurezza odierne. Si è deciso di scavare nella roccia un sistema di scale per permettere ai turisti di salire ai monasteri. Il più grande – e il più alto – è Gran Meteora, che si trova a ben 610 metri di altezza. Di tutti e sei i monasteri visitabili è quello che merita di più: da qui la vista è decisamente emozionante.

4 Delfi

Cosa vedere in Grecia: Delfi

L’ultima tappa che vi consigliamo tra le cose da vedere in Grecia quando si parla della sua parte continentale è sicuramente Delfi. Questa città aveva un’importanza vitale per la civiltà greca: qui arrivavano re e principi per poter parlare con il dio Apollo attraverso l’oracolo di Delfi. Questo centro mantenne il suo potere e la sua importanza per oltre sei secoli e fu senza dubbio una parte fondamentale della storia greca.

Il sito sorge sul monte Parnaso ed è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Una volta qui potrete visitare i resti del tempio di Apollo, dove un tempo l’oracolo di Delfi pronunciava le sue profezie, il teatro e lo stadio. Non è solo il sito a rendere questo luogo unico: anche il paesaggio non è da meno e fa da contorno perfetto a questo luogo.

Cosa vedere in Grecia: le isole Cicladi

5 Santorini

Cosa vedere in Grecia: Santorini

Santorini è una delle isole più belle di tutta la Grecia. Probabilmente è la sua particolare conformazione: la maggior parte dell’isola si affaccia sulla caldera e il panorama da qui ha qualcosa di magico. I tramonti a Santorini sono tra i più belli e fotografati al mondo: tra gli spot più famosi ci sono Oia, la più scelta e quindi la più affollata, e il faro di Akrotiri, decisamente più tranquillo. Sulle scogliere a picco sulla caldera inoltre sorgono moltissimi hotel e resort di lusso – che molti viaggiatori scelgono per un viaggio romantico o per la luna di miele.

Decisamente meno costoso è l’entroterra e la zona delle spiagge, dove c’è anche molta più vita notturna. Cosa fare a Santorini? Visitate Oia, Fira, la capitale, e Pyrgos, un centro meno affollato e quindi più autentico. Se amate il trekking, potete percorrere quello da Fira a Oia (circa 9 km, 2 ore di cammino) che costeggia la caldera e quindi regala panorami incredibili. Se vi piace la storia, potete scoprire di più sul passato di Santorini al sito archeologico di Akrotiri. Infine non dimenticatevi di fare una degustazione di vino locale in una delle tante cantine!

6 Mykonos

Cosa vedere in Grecia: Mykonos

Tra tutte le isole della Grecia, quella di Mykonos ha la fama di essere quella con la movida notturna più scatenata – tanto che spesso viene paragonata ad Ibiza. In effetti è così: se cercate un viaggio all’insegna di serate in discoteca e giornate passate a sonnecchiare a bordo piscina o in spiaggia, Mykonos fa per voi. Tra un cocktail e l’altro, fate anche due passi a Matoyianni Street, la strada dello shopping, che sfocia in Little Venice, un quartiere dove le case sono costruite sul mare e sembrano galleggiare sull’acqua.

Caratteristici di Mykonos sono i mulini – sarà impossibile non vederli almeno una volta durante il vostro soggiorno. Se siete stanchi della movida e cercate qualcosa di più autentico, potete fare un salto ad Ano Mera, un piccolo villaggio che conserva ancora il fascino del paesino mediterraneo. Volete scattare la foto perfetta del tramonto? Allora vi consigliamo di raggiungere il faro di Armenistis. Il faro di per sé non rappresenta nessuna attrattiva (è abbandonato) ma da qui la vista merita – prestate solo attenzione alla strada sterrata che bisogna percorrere per arrivarci!

7 Milos

Vista del mare a Milos

Qui lo diciamo: Milos diventerà la nuova Santorini. Quindi il nostro consiglio è: affrettatevi a visitarla adesso, visto che non è ancora presa d’assalto da turisti da ogni dove. Così ve la vivrete in santa pace e potrete godervi la sua bellezza. Il mare qui è di un azzurro incredibile e a Sarakiniko è reso ancora più intenso dal colore delle rocce, di un bianco candido. Questa spiaggia è quella che compare maggiormente nelle foto perché il paesaggio sembra quasi lunare: è una tappa da non perdere!

A Milos non potete non fare un’escursione in barca per ammirare le spettacolari conformazioni rocciose (sempre bianche) e anche per fare un bel tuffo in mare aperto. I centri abitati – come Adamas o Plaka – meritano una visita per immergersi nella cultura greca, fatta di casette bianche, taverne dove mangiare feta al forno e il dolce suono della musica che risuona tra le vie strette. Se riuscite, aggiungete al vostro itinerario anche i villaggi di pescatori (alcuni raggiungibili solo via mare) di Klima, Madrakia e Firopotamos – caratteristici e bellissimi.

8 Naxos

Naxos

Tra le isole Cicladi, Naxos è la più estesa – le cose da vedere e da fare qui non mancano di certo. Anche qui però la maggior parte dei viaggiatori viene per il mare: le spiagge tra cui scegliere sono infinite. Alcune si possono raggiungere a piedi da Naxos (la cittadina principale), per altre invece bisogna avere una macchina o un motorino. Tra le nostre preferite ci sono quella di Kastraki, che offre una bella vista sulla vicina isola di Paros, e Pyrgaki, poco affollata e con due taverne dove mangiare con vista mare!

Se amate la storia ovviamente nemmeno a Naxos mancano punti di interesse. A Chora potete raggiungere la Portara, quel che resta di un tempio dedicato ad Apollo rimasto incompiuto. Ad Apollanas e a Flerio si vedono i kouroi, enormi statue di marmo incompiute che ancora si trovano nelle cave. Anche l’entroterra merita: a Halki potrete assaggiare il kitron, un liquore locale, mentre a Filoti, dopo aver visitato la cittadina, potrete darvi al trekking. Qui infatti parte il sentiero per salire al monte Zeus, il più alto delle Cicladi nonché luogo di nascita del dio Zeus.

Scopri la bellezza delle Cicladi in un itinerario di 9 giorni!

9 Paros

Paros

Vicino a Naxos troviamo Paros, un’isola probabilmente più tranquilla e per questo scelta da chi cerca un po’ di pace. Andate a Naoussa per provare il buon cibo greco in qualche ristorantino – Naoussa era un antico villaggio di pescatori, ora è il centro più alla moda dell’isola. Per andare in un luogo meno affollato, recatevi a Lefkes, uno dei villaggi più pittoreschi e caratteristici di tutta l’isola. Ancora più tranquillo è il piccolo porto di Piso Livadi, con taverne a gestione famigliare che si affacciano sul mare.

Anche a Paros le spiagge tra cui scegliere non mancano. Come per le altre isole, il modo migliore per visitarle tutte è quello di munirsi di un mezzo proprio, che sia un’auto o, ancora meglio per trovare parcheggio, uno scooter. Se amate il trekking, anche Paros non vi lascia a bocca asciutta. Al Parco di Paros infatti ci sono diverse opzioni di percorsi – e dopo aver faticato, potete fare un tuffo in mare alla spiaggia di Monastiri. Un’ultima escursione da non perdere è quella all’isoletta di Antiparos, dove le calette sono intime e le formazioni rocciose spettacolari.

Cosa vedere in Grecia: le isole del Dodecaneso

10 Rodi

Cosa vedere in Grecia: Rodi

Rodi è la più grande delle isole del Dodecaneso e nell’antichità era conosciuta per il Colosso di Rodi, una delle sette meraviglie del mondo antico. Purtroppo del colosso, dopo un terremoto che lo distrusse, non è rimasto nulla. A Rodi tuttavia le cose da vedere e da fare non mancano. A partire dalla città medievale di Rodi, ad esempio, che è la città fortificata più grande e meglio conservata di tutta l’Europa. Lindos è la seconda cittadina che vi consigliamo di visitare, soprattutto per la sua Acropoli, da dove godrete di una vista mozzafiato sul Mar Egeo.

Per chi vuole immergersi nella storia, una visita al sito di Camiro è quel che ci vuole. Se volete rilassarvi in spiaggia, le opzioni sono molteplici – ma di nuovo, meglio essere automuniti altrimenti raggiungerle diventa complesso. Se amate gli animali potete fare un salto alla Valle delle Farfalle – qui tra giugno e settembre gli alberi sono letteralmente coperti dalle farfalle! Per una giornata di coccole, andate alle sorgenti di Kallithea, che si dice abbiano proprietà terapeutiche e curative. Per una gita fuori porta, andate nella vicina isola di Simi, caratterizzata da case coloratissime che fanno a pugni con il blu del mare.

11 Kos

Cosa vedere in Grecia: Kos

Kos ha tutto quello che un’isola greca dovrebbe avere. Siamo vicinissimi alle coste turche – Bodrum è a solo 4 km di distanza – e l’aria che si respira è quel mix interessante tra cultura greca e mediorientale. Kos viene chiamata anche l’isola di Ippocrate, perché proprio qui nacque, visse e insegnò il padre della medicina. Nella zona del porto di Kos Town potrete vedere il famoso platano di Ippocrate, sotto le cui fronde si dice Ippocrate teneva le sue lezioni.

Che altro vedere e fare a Kos? I villaggi dell’entroterra sono splendidi e intimi, immersi tra la pace delle montagne. Tra le spiagge, la nostra preferita è quella di Agios Stefanos, davanti all’omonima isoletta che si può anche raggiungere a nuoto. Un’escursione che vi consigliamo di fare è quella alla vicina isola di Nisyros, dove è possibile camminare nella caldera del vulcano Plyvotis.

Scopri Kos e le isole inesplorate in un itinerario di 9 giorni!

12 Karpathos

Karpathos

Decisamente selvaggia e pacifica, l’isola di Karpathos (in italiano Scarpanto) è la più meridionale di quelle del Dodecaneso. Non è tra le mete più gettonate dal turismo di massa e proprio per questo motivo Karpathos mantiene intatto il suo spirito più autentico e la sua natura un po’ aspra, che si respira soprattutto nei villaggi di montagna. Tra questi, vi consigliamo di non perdervi Aperi, Volada e Othos – se capitate in quest’ultimo tra il 26 e il 28 luglio avrete anche la fortuna di partecipare ad una festa tradizionale. Inutile aggiungere che anche le spiagge meritano. Ce ne sono moltissime tra cui scegliere, alcune più frequentate, altre decisamente più selvagge.

Cosa vedere in Grecia: le isole Ionie

13 Zante

Vista della spiaggia a Zante

Zante e Corfù sono due tra le destinazioni preferite negli ultimi anni quando si parla di movida notturna. Si trovano nel Mar Ionio quindi non è così difficile raggiungerle – non solo in aereo ma anche in traghetto. Zante poi è il luogo di nascita non solo del buon Ugo Foscolo – che le dedicò la famosa “A Zacinto” – ma, da quel che si racconta, anche di Venere. Per visitare l’isola partite da Zante Città e poi proseguite alla scoperte di tutte le spiagge più belle e caratteristiche.

Cosa vi consigliamo di vedere a Zante? Senza dubbio la spiaggia del relitto, chiamata anche Navagio Beach. Potete raggiungerla solo in barca ma ne vale assolutamente la pena: sulla spiaggia infatti trovate il relitto di una vecchia imbarcazione, che rende il paesaggio altamente suggestivo. Ancora più bella se vista dall’alto: a metà strada tra i villaggi di Volimes e Anafonitria infatti potrete scendere fino ad un balcone naturale che si affaccia proprio sulla spiaggia. Altro highlight imperdibile di Zante sono le Grotte Blu, incantevoli insenature scavate dal mare nella roccia bianca.

14 Corfù

Cosa vedere in Grecia: Cofrù

Tra le isole ionie, Corfù probabilmente è quella conosciuta per essere la più festaiola. La movida notturna è senza dubbio una delle maggiori attrattive dell’isola e sono molti i giovani che ogni estate vengono qui per scatenarsi nelle discoteche più famose. Ovviamente anche il mare vuole la sua parte: le spiagge qui sono invitanti, soprattutto dopo aver fatto le 6 del mattino. I villaggi poi sono quelli tipici greci e, per un tuffo nella storia, si può visitare l’Achillon, la residenza estiva di Sissi.

15 Paxos

Vista di Paxos

Paxos è la più piccola delle isole ionie – è lunga solamente 10 chilometri – e si pensa venne creata da Poseidone in persona. Le dimensioni ridotte la rendono perfette per un viaggio green: infatti è possibile noleggiare delle biciclette e spostarsi solo su due ruote. Le spiagge tra cui scegliere sono svariate, così come le escursioni che si possono fare in giornata nelle isolette vicine. Potete raggiungere ad esempio Antipaxos, che conta 100 abitanti e che quindi è molto tranquilla, oppure Panagia e Ai Nikolaus. In queste due è possibile visitare alcune chiese ortodosse e antichi monasteri.

Cosa vedere in Grecia: l’isola di Creta

Creta è la più grande di tutte le isole della Grecia – e sembra essere anche un Paese a sé. Per spostarvi avrete sicuramente bisogno di un mezzo vostro: sarete decisamente più liberi di girare Creta in lungo e in largo. Partite dalla capitale, Iraklion, dove scoprire la storia della civiltà minoica che dominò l’isola – Minosse e il Minotauro vi dicono niente? Entrate al palazzo di Cnosso, principale sito archeologico dell’isola.

Quali spiagge non perdersi?

Prima tra tutte Elafonissi, la spiaggia rosa, dove, se la fortuna è dalla vostra parte, potrete anche vedere le tartarughe marine. In spiaggia potete andare anche se visitate Canea, un piccolo centro che mostra un mix perfetto delle dominazioni che si sono viste sull’isola – bizantina, ottomana e veneziana. Escursioni giornaliere da non perdere sono quelle alle vicine isole di Chrissi, un piccolo paradiso dall’aspetto tropicale, e Spinalonga, che fu baluardo della Repubblica di Venezia.

Scopri tutte le mete dell’estate 2020!

Scritto da Chiara Bertorelle
Mi chiamo Chiara e nella vita ho un solo, grosso problema: sono drogata di viaggi! Dopo la laurea in lingue per l’editoria ho deciso di...