8 cose da vedere a Riga, la città incompiuta

8 cose da vedere a Riga, la città incompiuta

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/8-cose-da-vedere-a-riga-la-citta-incompiuta/

Se siete alla ricerca di una città che sappia coniugare alla perfezione uno spirito antico con il fascino della modernità, allora troverete tante cose da fare e da vedere a Riga!

È la città più grande dei Paesi Baltici e una delle più visitate del Nord Europa. Sebbene abbia origini antiche – è stata fondata nel 1201 – ha tutte le comodità e le caratteristiche tipiche di una capitale Europea.

Per la sua bellezza a tratti aristocratica viene chiamata la “Parigi del Nord”, mentre per il suo fascino misterioso viene spesso chiamata “l’Incompiuta”. Si racconta infatti in un antico testo del ‘400 che una voce proveniente dal fiume Daugava – il fiume che attraversa la città – chieda ai passanti se la costruzione di Riga sia stata ultimata e che l’interrogato di turno debba sempre rispondere con un secco “no”.

Vista panoramica di Riga

Secondo una delle leggende che si narrano sulla città, si dice che quando la capitale della Lettonia sarà costruita al suo 100%, sprofonderà nel suo fiume. Inquietante vero? Ma si sa, il mistero ci affascina e non possiamo che cercare risposte e metterci in viaggio. Siete pronti a scoprire di più sulla città lettone e magari a perdervi con la fantasia fra i suoi vicoletti e le sue strade alla ricerca del prossimo segreto? Se la risposta è sì, ecco per voi una lista delle 8 cose da vedere a Riga.

La città vecchia di Riga

Partiamo nel nostro viaggio alla scoperta delle cose da vedere a Riga con la città vecchia, il suo cuore pulsante. Anche chiamato quartiere di Vecriga ( o Vecpilsēta in lettone), è un insieme di piccole stradine e vicoletti in pieno stile medievale su cui si affacciano anche alcuni edifici in art Nouveau, uno degli stili più diffusi in città. Questo mix ha fatto sì che la città diventasse nel 1997 patrimonio dell’umanità Unesco.

La maggior parte dei musei e delle attrazioni della capitale è concentrata in questa zona. Qui si trovano infatti il museo della Storia e della Navigazione, uno dei più antichi di tutta Riga, si può fare un salto nel moderno con l’arte contemporanea del Museum Riga Bourse e poi tornare nuovamente indietro nel tempo con chiesa di San Pietro. Fu realizzata nel Trecento ma il suo campanile fu terminato nel 1746: ai tempi con i suoi 123 m era il più alto d’Europa. Da qui potrete godere di una vista panoramica su tutta la città ma anche sulla Baia di Riga.

Un edificio che non potete perdere fra quelli più antichi di questa zona è la famosissima Casa del Gatto, una casa gialla edificata da Friedrich Scheffel. Cari cat lovers dovete assolutamente fotografare il grazioso gatto in bronzo che domina il tetto. Si racconta che il suo fondatore, il signor Scheffel, posizionò la casa così che il gatto mostrasse il sedere alla Camera di Commercio Maggiore. Era il suo modo di vendicarsi per non essere stato accettato come membro – poco vendicativo il nostro costruttore. Dopo numerosi dibattiti cittadini la statua venne riposizionata.

la casa del gatto di Riga

Nella città vecchia è inoltre possibile ammirare una delle piazze più belle di tutto il paese, quella del Municipio e su questa si affaccia una delle chiese più belle d’Europa, il Duomo di Riga.

Duomo di Riga

Nella nostra lista delle cose da vedere a Riga, il Duomo è sicuramente una delle più famose. Domina souvenir, poster e immagini iconiche della città ma oltre a essere uno dei simboli più importanti della capitale lettone, è anche un esempio incredibile di stile gotico di architettura religiosa del Nord Europa.

Possiamo definirlo come una vera e propria cattedrale luterana e si affaccia su una delle piazza più importanti della città: la domina con le sue due torri gemelle alte circa 90 metri. Ma oltre alla sua imponenza fisica, anche quella artistica è importante. All’interno del Duomo di Riga infatti ci sono tantissimi affreschi e dipinti del XIV e XVIII secolo, ma anche l’altare maggiore non scherza in quanto a bellezza e longevita: è stato costruito in legno nel lontano 1672.

Oltre al valore religioso, la cattedrale è un importante luogo storico: qui sono state celebrate le incoronazioni dei vescovi della città e vi si sono svolti congressi importanti come quello dei Deputati Lettoni nel 1917. Inoltre a renderla famosa anche al di fuori del territorio estone è un evento in particolare: la cerimonia di inaugurazione dell’indipendenza della Lettonia nel 1991 si è svolta proprio qui!

Il Duomo di Riga è conosciuto in tutta Europa anche per qualcosa che non vi aspettereste, la sua acustica pazzesca. La cattedrale ospita infatti uno dei più grandi organi a tubi del mondo, pensate che ne ha circa 6.768. Qui si svolgono spesso esibizioni di musica sacra e organistica: se siete fortunati potrete assistere ad una di queste. Dunque se volete fare una piccola sosta religiosa, culturale e musicale questo è il posto perfetto per voi.

I tre fratelli

Oltre al meraviglioso Duomo di Riga, in una passeggiata per la città vecchia non potete perdervi anche i “tre fratelli”. Si tratta di un complesso di tre edifici storici che è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco. I “tre fratelli”sono famosi non solo per la loro architettura unica, ma anche per il fatto che rappresentano tre diversi stili: rinascimentale, barocco e rococò.

Dunque sono davvero tre fratelli nati da epoche diverse ma vicine e complementari fra loro. Il primo edificio è quello più antico, realizzato in stile rinascimentale. Si trova all’angolo tra la Piazza degli Artigiani e la Piazza del Municipio. Il secondo edificio è sito subito dopo ed è stato realizzato come barocco: risale al XVII. Il terzo e ultimo edificio è invece quello rococò, ovvero il più recente e risale al XVIII secolo. A differenza degli altri, non è sito accanto ma di fronte ai suoi fratelli.

scorci di Riga

Non potete non visitare i Tre Fratelli: sono una delle principali attrazioni da aggiungere alla lista delle cose da vedere a Riga. Inoltre, oggi gli edifici ospitano una varietà di attività commerciali e culturali, tra cui un museo di architettura lettone, negozi di souvenir, caffè e ristoranti. Insomma se siete qui per pranzo, per una pausa da una passeggiata o se siete alla ricerca di qualcosa da riportare a casa per amici e parenti una sosta qui è consigliata.

Castello di Riga

Eventi, guerre, battaglie, incoronazioni e successioni: il prossimo monumento della nostra lista di cose da fare a Riga raccoglie davvero tantissima storia lettone. Stiamo parlando del Castello, uno dei simboli più importanti della Lettonia.

La prima volta fu costruito nel 1380, ma purtroppo venne distrutto e riedificato molto spesso nel corso della storia. Qui oltre ai tanti eventi storici, si respira anche un’atmosfera da fiaba: il castello di Riga sorge infatti in maniera imponente sulle sponde del fiume Daugava, collocandosi quindi in un’atmosfera degna di un film animato della Disney.

Il suo scopo originariamente era di difesa: nasce come fortezza per proteggere Riga dall’invasione dei crociati tedeschi, ma ha poi subito tantissimi cambi di volto e di ruolo, diventando il centro del potere politico e amministrativo di tutta la Lettonia. Ad oggi invece si è trasformato in un vero e proprio museo che ospita una collezione di opere d’arte sulla storia del paese. Le più importanti sono del pittore Janis Rozentals, uno dei nomi più conosciuti della pittura lettone.

Il castello di Riga inoltre ospita diverse istituzioni governative – qui si trova infatti il parlamento del paese baltico – e anche culturali – come la più grande Biblioteca della nazione. Dato il suo enorme fascino – che come abbiamo visto raccoglie politica, storia e cultura – è una delle attrazioni turistiche più popolari della Lettonia e attira visitatori da tutto il mondo. Con la sua architettura più che maestosa e la sua posizione strategica, il castello è un simbolo della forza e della prosperità del paese che non potete assolutamente perdervi.

Casa delle Teste Nere

Tra le cose da vedere a Riga se siete qui per 2 -3 giorni non potete perdere la Casa delle Teste Nere. Il nome vi farà pensare a un negozio di bambole forse un po’ troppo particolare o a una confraternita di quelle che vi aspettereste in una serie tv americana. La verità non è poi così lontana da quest’ultima ipotesi!

L’edificio è stato infatti realizzato come sede di un’associazione fatta di commercianti e mercanti chiamata proprio “Confraternita dei Teste Nere” all’inizio del XIV secolo. Questa casa, che oggi è famosissima grazie alle decorazione in legno della sua facciata, fu usata per anni da mercanti e navigatori frequentatori del Mar Baltico. Divenne uno dei centri culturali, ma anche di commercio più importanti di tutta Riga.

Nel corso degli anni la casa ha sempre avuto una certa importanza, tanto che vi hanno vissuto governanti e artisti. Tra questi c’è anche Richard Wagner che la utilizzò come punto d’appoggio fra il 1837 e il 1839 durante i suoi concerti a Riga. Tuttavia subì nel corso dei secoli tantissimi cambi di funzione e di architettura, tanto che a oggi raccoglie componenti barocche e altre neogotiche. Gravemente danneggiata durante la seconda Guerra Mondiale, fu ricostruita negli anni 90’ circa. Oggi rappresenta uno degli edifici storici più importanti del paese ed è stata adibita a museo. Qui vengono raccontate attraverso diversi reperti storici, le avventure dei commercianti e dei marinai che la fondarono.

Inoltre viene spesso utilizzata come luogo di esibizioni temporanee e ospita oggetti d’arte e artigianato lettoni. La casa delle Teste nere dunque non può mancare nella vostra lista delle cose da vedere a Riga, anche solo per incuriosire i vostri amici con un nome unico nel suo genere.

i palazzi art decò di Riga

Il Centrs o Quartiere Art Nouveau

Se siete alla ricerca di un’esperienza indimenticabile da fare a Riga, dovete visitare il Centrs, o quartiere dell’ Art Nouveau. Il nostro consiglio qui è di perdervi senza seguire un itinerario prestabilito: vi innamorerete solo così delle strade di questo distretto pieno di edifici che sono un’eccellenza architettonica unica al mondo.

Questo stile infatti conquistò l’ Europa alla fine del XIX secolo. È caratterizzato da ricercate decorazioni e forme naturali, come le foglie, i fiori e le curve sinuose. Il quartiere Centrs di Riga fu uno dei principali centri di diffusione dell’Art Nouveau, e oggi è considerato uno dei migliori esempi di questo stile architettonico. Per questo è stato incluso nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1997.

Fra le sue strade troverete decorazioni di ogni tipo, dalle ceramiche in stile floreale, ai disegni e alle statue di draghi e animali fantastici. Ma oltre ai palazzi in stile liberty, è qui che troverete la maggior parte dell’offerta culturale della città: si trovano nascosti nelle viette il Museo Nazionale d’Arte, dedicato agli artisti locali, e il Teatro Nazionale. Inoltre da visitare assolutamente durante il vostro soggiorno a Riga è il monumento della Libertà. Si trova nello spazio che separa la Città Vecchia dal Centrs.

Piazza della libertà di Riga

Oggi rappresenta la naturale divisione tra la Vecriga, centro medievale e il quartiere moderno, ma anche l’indipendenza e il patriottismo lettone. Pensate che durante il regime sovietico, solo avvicinarsi al monumento significava rischiare la morte. Sulla cima dei suoi 42 metri potete osservare una figura femminile. Si tratta ovviamente della Libertà che, sopra la tua testa, solleva tre stelle d’oro, simbolo delle tre regioni della Lettonia (Curlandia, Livonia e Letgallia).

La Torre delle Polveri

Il prossimo monumento da mettere nella vostra lista delle cose da vedere a Riga è la Torre delle Polveri. Si tratta di un’attrazione che ha un grande valore militare per la città: si tratta di uno dei pochi resti delle mura difensive del XIII secolo.

Non sappiamo bene con precisione quanto fu costruita, ma sappiamo che questa torre deve il suo nome alla polvere da sparo immagazzinata al suo interno e per la sua funzione di magazzino di armi da fuoco. La Pulvertornis, così come viene chiamata in lettone, fu costruita per proteggere la città dalle invasioni e dai nemici esterni. Per questo perse durante la sua storia molte parti e fu spesso ricostruita. Ma fra interventi di ristrutturazione e ampliamento, ha raggiunto la sua forma attuale nel XVII secolo. In questi anni è stato costruito il suo tipico tetto a punta, in occasione dell’inaugurazione del Museo della Guerra, che ancora oggi ospita.

L’altezza della Torre delle Polveri è di circa 26 metri ed è possibile salire sulla cima per godere di una vista panoramica sulla città vecchia di Riga. Come dicevano inoltre, qui potrete trovare un museo che racconta la storia della città e della torre stessa.

Attraverso una collezione di oggetti storici, soprattutto bellici come armi da fuoco, spade e armature, potrete rivivere la storia della Pulvertornis e di Riga stessa. Se siete fortunati, potrete trovare anche mostre temporanee che trattano vari temi legati alla Lettonia stessa (storia, cultura e arte). Se dunque siete alla ricerca di qualche informazione in più sulla storia di Riga, dovete decisamente visitare questo monumento.

L’isola di Kipsala e Kalnciema

Il turista frettoloso si limita a visitare solo città vecchia e città moderna, ma tra le cose da vedere a Riga anche in soli 3 giorni c’è anche l’Isola Kipsala. Si tratta di una piccola isoletta fluviale situata sul fiume Daugava di fronte alla città vecchia di Riga. Questa parte della capitale raccoglie ciò che resta del suo passato da importante zona portuale.

Oggi è anche un’area residenziale molto importante e gettonata. Ha infatti un’architettura unica, tanti parchi, qui potrete vedere delle case in legno risalenti al XIX secolo e offre dei panorami davvero spettacolari sul fiume Daugava e sul centro città di Riga.

l'eleganza di Riga

Da non perdere sull’isola è il Kipsala International Exhibition Centre, un grande centro espositivo che ospita numerose fiere e manifestazioni internazionali durante tutto l’anno. Oltre Kipsala, non potete perdervi l’affascinante distretto di Kalnciema. Se avete visitato la Svezia vi ricorderà molto di questo paese. Attenzione non troverete IKEA, ma tante piccole abitazioni fatte di legno e dai vivaci colori pastello, botteghe storiche che vendono solo prodotti biologici e deliziosi e piccole pasticcerie. Qui ci sono anche tante boutique di giovani stilisti e artisti, circondate da numerosi bar.

Qui potrete sorseggiare ottimi cocktail colorati e ascoltare tanta musica dal vivo. Il distretto di Kalnciema è incredibilmente cosmopolita, soprattutto dal punto di vista culinario. Se siete alla ricerca di gusti internazionali ma senza lasciare l’Europa, troverete davvero molto in questa zona!

La piccola Mosca e il Mercato Centrale

Fra le attrazioni più amate dai turisti ma anche dai lettoni, ci sono la Piccola Mosca e il Mercato Centrale di Riga.

Partiamo dalla prima. La Piccola Mosca è solo un soprannome che i locals hanno dato a un piccolo quartiere del centro di Riga, dove potrete trovare moltissima vita notturna: qui c’è una bella varietà di ristoranti, bar e locali notturni. Il nome è stato scelto per la somiglianza di questo distretto al quartiere moscovita di Arbat. Ci sono tanti edifici storici, strade acciottolate e tante luci al neon a vivacizzarlo e a renderlo così interessante per i giovani. Se siete alla ricerca di un quartiere dove bere qualcosa la sera, qui troverete sempre bar e locali aperti. La Piccola Mosca è infatti uno dei luoghi più vivaci e animati di tutta Riga.

Come ogni città europea che si rispetti, anche Riga ha il suo Mercato Centrale. Si tratta di uno dei più grandi d’Europa, situato proprio nel centro della città. La sua caratteristica peculiare è che viene ospitato in cinque grandi hangar decorati in Art Decò e offre una vasta scelta di prodotti freschi, come frutta, verdura, carne, pesce e latticini, oltre che di prodotti artigianali locali. Dovete aggiungerlo alla lista delle cose da vedere a Riga se siete alla ricerca di una full-immersion nella tradizione gastronomica lettone. Troverete infatti tantissime prelibatezze lettoni (fra poco vi diremo di più!) e tanto street food se cercate qualcosa di gustoso, ma non volete perdere troppo tempo a tavola.

Sia il mercato che il quartiere sono molto amati dai turisti e dai locali, e rappresentano una tappa obbligata per chi visita la città di Riga per la prima volta.

Cosa mangiare a Riga

Come sempre oltre all’occhio, anche lo stomaco vuole la sua parte e la cucina lettone è una delle più sorprendenti dell’Europa del Nord.

I tipici ravioli di Riga

Ma la varietà di piatti è tanta, perciò eccovi quelli che proprio non dovreste perdere:

  • Latke, ovvero crocchette di patate fritte spesso accompagnate da salsiccia o altri tipi di carne. Potete gustarle sia come antipasto che come street food;
  • Zupa, una zuppa di pesce tradizionale accompagnata da patate, cipolle e carote. È molto calorica e super consigliata per le fredde giornate invernali in cui si brucia molto;
  • Pelmeni, sono ravioli di carne tipici anche della cucina russa. Sono ripieni di carne di maiale o manzo e vengono serviti in brodo o conditi con burro e cipolle;
  • Piragi: sono focacce ripiene spesso servite a colazione. Sono fatte di pasta sfoglia ripiena di pancetta, cipolle e spezie;
  • Viltots: è una delle specialità lettone più tipiche. È fatto con barbabietole bollite, carote, patate, cipolle e altri ingredienti, e viene solitamente servito con panna acida. È perfetto per chi è vegetariano;
  • Rupjmaize, è il pane nero tradizionale, solitamente servito con burro e miele. È perfetto da spuntino o da colazione veloce;
  • Aukstais galds, ovvero il “tavolo freddo” è un piatto tradizionale lettone che ricorda il nostro tagliere. È fatto di affettati, formaggi, sottaceti e altre delizie del posto.

Insomma, per reintegrare le calorie spese in un giorno in città abbiamo abbastanza piatti da provare.

Viaggio con WeRoad nei Paesi Baltici

Se vi abbiamo incuriosito con le 8 cose da non perdere a Riga, siamo sicuri che vi innamorerete anche delle altre capitali Baltiche e potrete farlo in un viaggio unico con WeRoad. Il nostro itinerario di 8 giorni infatti vi porterà alla scoperta delle meraviglie che solo le 3 Repubbliche Baltiche possono fra offrirvi tra tradizione e innovazione.

Il primo stop è a Tallinn, capitale dell’Estonia, una delle più antiche capitali nord europee, un vero gioiello medievale. Ci recheremo poi ad Helsinki, la regina della Finlandia pronta a conquistarvi con le sue bontà culinarie e il suo aspetto regale e poi arriveremo a Riga, capitale della Lettonia.

Tra stradine, vicoli, cortili e monumenti che sembrano usciti da un viaggio a ritroso nel tempo, potrete scoprire i paesi Baltici che negli ultimi anni si stanno conquistando un posto speciale nei viaggi di tanti giovani europei.

Mappa e cartina di Riga

Barbara Amasino
Scritto da Barbara Amasino
Avventura e disagi sono il mio pane quotidiano. Non amo i resort, non mi emoziono sugli yacht, colleziono Dylan Dog e…Mi piace...