13 cose da vedere in Brasile: alla scoperta della terra verde-oro 

13 cose da vedere in Brasile: alla scoperta della terra verde-oro 

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/cose-vedere-brasile/

Oltre 8,5 milioni di chilometri quadrati, ovvero quasi la metà di tutto il territorio sudamericano: no, non stiamo dando i numeri, parliamo semplicemente del Brasile. Cosa vedere in un Paese così vasto? Se anche solo pensandoci ti gira la testa, tranquillo, ti aiutiamo noi con i nostri consigli su cosa fare in Brasile.   

Quando andare in Brasile 

Prima ancora di iniziare: hai pensato a quando andare in Brasile? Scopriamo insieme il clima del Brasile. Il Paese può essere suddiviso in tre aree climatiche. Al Nord troviamo un clima equatoriale, ovvero caldo e umido tutto l’anno con piogge frequenti soprattutto tra dicembre e maggio. Nella zona centrale invece, il clima è tropicale e si alternano una stagione secca e una piovosa. Nell’estremo Sud il clima è quasi mediterraneo, quindi avremo un’estate calda e un inverno mite.  In generale quindi il periodo migliore per viaggiare in Brasile è abbastanza ampio, ma se vuoi visitare il sud del paese ci sentiamo di sconsigliarti il periodo tra giugno e agosto, decisamente più fresco.

Come hai visto quindi, anche se parliamo di un paese tropicale, la sua estensione comporta delle differenze, che potrebbero costringerti a mettere “persino” una felpina o due in valigia!

Bene, ora che sai cosa aspettarti dal meteo, passiamo alle cose da vedere in Brasile! Nei prossimi scroll scoprirai spiagge bellissime, un passato avvincente, avventura, movida e una natura incontaminata.  Ecco quindi la nostra lista delle 13 cose da vedere in Brasile! 

Rio de Janeiro 

Viene soprannominata la Cidade maravilhosa ,“città meravigliosa”, e come non essere d’accordo? Rio de Janeiro è infatti considerata una delle città più belle del mondo: sviluppata tra montagne e mare, rappresenta perfettamente il paesaggio variopinto del Brasile.

Rio è la seconda città più grande del Paese (sorpresi? Dopo approfondiamo) ed è famosa in tutto il mondo per il suo Carnevale, la festa più colorata e eccentrica che esista, e per la sua ospitalità. Uno dei simboli più rappresentativi della città è indubbiamente il Cristo Redentore, la statua di 38 metri che domina la montagna del Corcovado. Una linea ferroviaria collega la città al monte e da lì ben 3 ascensori panoramici e 8 scale mobili conducono alla statua. L’altra principale attrazione di Rio è il Pan di Zucchero. Non farti venire troppa fame: stiamo parlando di un colle, anzi un monolite, che tra i numerosi di Rio si distingue per la sua somiglianza con un dolce tradizionale.  Prendi la funivia prima del tramonto e goditi il panorama e lo spettacolo delle luci di Rio.

Se ti piace fotografare, non puoi perderti la magnifica scalinata Selarón, uno dei soggetti più amati dai fotografi. L’omonimo pittore ha trasformato una semplice scala in un’opera artistica senza precedenti, inserendo piastrelle colorate, dipinti incorniciati e scritte in tutti i gradini. Non puoi dire infine di essere stato a Rio, se non ti sei sdraiato al sole nella lunghissima spiaggia di Copacabana: ben 6 chilometri di sabbia che si inseriscono tra la città e le sue montagne.  

La statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro

Vorresti visitare Rio durante il carnevale? Abbiamo già organizzato tutto! Guarda il nostro itinerario concentrato sul meraviglioso carnevale di Rio!

Ilha Grande 

La nostra lista di cose da vedere in Brasile prosegue rimanendo nello Stato di Rio de Janeir. Dopo un viaggio in traghetto infatti, è possibile raggiungere l’Ilha Grande, l’Isola Grande cioè, un vero e proprio paradiso incontaminato.

Se ami la natura questo luogo ti regalerà paesaggi unici tra foreste pluviali, spiagge selvagge e la totale assenza di veicoli a motore. Dimenticati la connessione internet e ricorda di portare scarpe adatte a lunghe camminate. L’isola infatti è percorribile solo a piedi, attraverso moltissimi sentieri tra una vegetazione unica e delle spiagge da sogno. Un altro modo per apprezzare a pieno Ilha Grande è salire a bordo di una barca. I tour organizzati non mancano e dopo lunghe camminate sicuramente un tuffo alle piscine naturali è quello che ti servirà. Una chicca su questa porzione di terra: Durante il XIX secolo l’isola verde, come viene chiamata dai locali, aveva come unici visitatori gli ammalati di lebbra e successivamente galeotti e criminali! In quel periodo infatti fu prima un lazzaretto e poi un carcere penitenziario che ospitava i criminali più pericolosi del Brasile.

Fortunatamente oggi è ritornata ad essere un angolo di paradiso fruibile da tutti. Cosa aspetti a partire?

La vista da un promontorio di Ilha Grande

Paraty 

Questa città brasiliana deve la sua fortuna grazie al suo porto, dal quale i portoghesi esportavano l’oro in epoca coloniale. Paraty è il comune più meridionale dello stato di Rio de Janeiro e una delle cittadine più caratteristiche del Paese. Sullo sfondo è incorniciata da montagne verdi e sulla costa dal mare cristallino. Una gita a Paraty è un tuffo nel Brasile coloniale. Il centro storico è infatti un susseguirsi di abitazioni d’epoca e edifici storici, che ti faranno tornare indietro nel tempo. Lasciati affascinare dalle sue strade di ciottoli, dai numerosi negozi d’artigianato e dalle gallerie d’arte. Come tutte le città del Brasile, anche Paraty offre una vita notturna caratterizzata da musica dal vivo, samba e specialità di carne. 

Una tipica strada di ciottoli di Paraty

Búzios 

Quando pensi al Brasile ti immagini al sole in una spiaggia meravigliosa? Benissimo, allora ti consigliamo di andare a Búzios. Questa splendida meta di villeggiatura nel Sud-est del Brasile non poteva mancare nella nostra lista di cose da vedere in Brasile. In origine nasce come villaggio di pescatori e poi diventa il paradiso dei surfisti. Negli anni ‘60 diventa famosa in tutto il mondo dopo la vacanza dell’attrice Brigitte Bardot. Come darle torto? Questa città è il sogno dei vacanzieri di tutto il mondo, grazie al suo clima caldo e soleggiato tutto l’anno e alle sue meravigliose spiagge come quella di Ferradurinha e della Tartaruga. Hai preparato la crema solare?   

Il paesaggio di Buzios

Petrópolis

La “città di Pietro” è un comune nello Stato di Rio de Janeiro e deve il suo nome all’Imperatore Pietro II del Brasile. Petrópolis è una delle mete più amate dal turismo internazionale e conosciuta in tutto il mondo per la magnifica residenza estiva dell’imperatore, che nel 1830, mentre viaggiava per questa regione, è stato rapito dal suo clima particolarmente gradevole. Potevamo escludere la location preferita dall’imperatore dalla nostra lista di cose da vedere in Brasile? La città è molto variegata dal punto di vista architettonico: oltre alla residenza estiva e al Museo Imperiale del Brasile, svetta anche la cattedrale gotica di São Pedro de Alcântara, luogo di sepoltura dell’imperatore, e il Palazzo Quitandinha, uno storico albergo di lusso progettato da un architetto italiano: Luigi Fossatti (certe cose ci vengono proprio bene, non c’è niente da fare). 

Il Museo Imperiale del Brasile a Petropolis

Ouro Preto 

Ecco a te la prima città brasiliana inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.  Ouro Petro nasce come città mineraria e sorge lungo quella che un tempo era la Strada Reale dell’Oro, nonché lo snodo dei traffici coloniali di pietre preziose, oro e schiavi.  Quello che oggi puoi apprezzare di Ouro Petro è la sua ben conservata architettura coloniale e le chiese barocche. Una particolarità di questa città è che è abitata da più di 15 mila studenti, che frequentano l’università di Ouro Petro e vivono nelle cosiddette “repubbliche”, delle case autogestite, ognuna con le proprie tradizioni e regole. Le matricole vengono sottoposte a scherzi e prima di essere ammesse nella repubblica devono superare prove e svolgere mansioni di ogni genere.  

Uno scorcio della città di Ouro Preto

Recife  

Sempre sulla costa, affacciata sull’Oceano, nello stato di Pernanbuco, sorge la città di Recife, che viene definita la Venezia del Brasile, in quanto è costruita su canali attraversati da numerosi ponti. Recife è caratterizzata dai contrasti architettonici: i vari passaggi coloniali hanno infatti lasciato monumenti, edifici e fortezze di ogni stile.

Il clima mite e il mare caldo rendono questa città il paradiso dei sub, che si immergono alla ricerca degli oltre cento relitti sottomarini.  Se cerchi la tipica movida brasiliana, ti consigliamo il quartiere di Recife Antico, dove gli edifici storici sono diventati bar e ristoranti, dove potrai assaggiare i piatti tipici ai frutti di mare, come la frittata di granchio e aragosta o la torta Souza Leao. La sera anche il quartiere di Boa Viagem si popola di vita notturna grazie alle numerose discoteche dove si balla la samba. Dopo una nottata di balli, rilassati al mare sulla spiaggia omonima, circondata da palme di cocco e acqua cristallina. Recife insomma è una città vivace e ospitale, perfetta per una vacanza tra amici, con possibilità di divertimento di ogni genere. Da lì inoltre è vicina un’altra splendida meta del turismo mondiale, ovvero la città di Olinda, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. 

Un canale di Recife

La palude di Pantanal  

Tra i tanti primati che vanta il Brasile, uno dei più spettacolari è senza dubbio la palude più grande del mondo, nonché la più umida. Un luogo umido potrebbe sembrarti poco attraente, ma ti assicuriamo che non si tratta della palude di Shrek. D’altronde l’abbiamo inserita nella nostra lista di cose da vedere in Brasile, no?

L’immensa pianura alluvionale del Pantanal è uno degli ecosistemi più ricchi al mondo, pur essendo poco esplorato e rappresenta una fantastica alternativa alle giornate in riva al mare, tipiche del turista che viaggia in Brasile. Potrai fare escursioni a piedi o in barca e tour guidati per conoscere la flora e la fauna di quest’area immensa, circa 150 mila chilometri quadrati, che si trova per gran parte in Brasile, nello Stato del Mato Grosso, ma si sviluppa anche in Bolivia e Paraguay.

Per nove mesi l’anno la palude di Pantanal viene sommersa dalle acque per l’80% della sua superficie. Questo crea un ecosistema dove gli incontri ravvicinati con gli animali sono all’ordine del giorno, e non serve nemmeno essere troppo fortunati. Questa zona è infatti habitat di più di 500 specie di uccelli e in ogni angolo potrai scorgere qualche creatura. Che siano i caimani al sole che si rilassano, le lontre giganti che giocano in acqua o addirittura i giaguari, vere e proprie star del Pantanal, le guide ti faranno scoprire la fauna di uno dei posti con più biodiversità del mondo. Accendi i sensi e goditi un’esperienza a dir poco indimenticabile. 

Un angolo della palude del Pantanal

San Paolo 

I suoi circa 12 milioni di persone fanno di San Paolo la metropoli più popolosa del Brasile, si più di Rio, hai letto bene. Questa città è caratterizzata dall’influenza di molte culture straniere, tra le quali soprattutto quella italiana. Quasi un terzo della popolazione pare sia direttamente originario del nostro Paese. La presenza nostrana è talmente radicata da aver influenzato il dialetto locale, che presenta alcune parole provenienti da dialetti italiani. Vale sicuramente la pena trascorrere qualche giorno in questa metropoli e visitare i suoi numerosi musei, come ad esempio quello di Arte Contemporanea, che ospita opere del calibro di Picasso e Modigliani o il Museo d’Arte di San Paolo, dove potrai vedere i dipinti di Cezanne, Manet, Van Gogh, Mantegna e molti altri. Non solo cultura, anche shopping sull’Avenida Paulista, oppure una passeggiata al meraviglioso Parco di Ibirapuera. Non mancano ovviamente spiagge bellissime e movida ininterrotta, tra locali affollati dove divertirsi sorseggiando caipirinha e ballando la samba.  Venire in Brasile e non vedere Sao Paulo e una mancanza che non ti suggeriamo 😉

La metropoli di San Paolo

Cascate Iguazú 

Certi paesaggi sono difficili da descrivere a parole e questo è il caso delle spettacolari Cascate Iguazú. Una tra le meraviglie naturali più incredibili da vedere in Brasile: un sistema di 275 cascate che si estendono per 2,7 chilometri e con una portata di quasi 2 milioni di litri d’acqua al secondo, al confine tra Brasile, Paraguay e Argentina.

Questo spettacolo della natura, generato dall’omonimo fiume, ti stupirà ad ogni passo. In ogni versante infatti ci sono meravigliosi percorsi da scoprire e escursioni che ti permetteranno di godere di scenari unici, tra scorci indimenticabili e foreste verdissime. Per avere una prospettiva capovolta e indubbiamente straordinaria, puoi provare l’emozione di vedere le cascate direttamente a bordo di un gommone: basteranno costume e salvagente! Che ne dici poi di andare alla Gola del Diavolo? Un trenino passa attraverso la giungla per portarti nel punto dove sembra che l’oceano scompaia nell’abisso. Curioso?

La Gola del Diavolo

Il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses 

Riesci ad immaginarti un deserto piovoso? Una delle cose più incredibili da vedere in Brasile è quest’area naturale protetta, che rappresenta un posto davvero un posto unico al mondo. I forti venti del nord-est del Brasile sospingono la sabbia della costa fino a circa 50 km verso l’entroterra e creano così delle dune di sabbia bianca che raggiungono i 40 metri di altezza.

Il paesaggio è quindi desertico ma le precipitazioni sono frequenti e questo permette all’acqua di riempire questi bacini sabbiosi, regalando ai turisti uno spettacolo indescrivibile fatto di stagni pluviali che arrivano anche ai 3 metri di profondità. Proprio per questo motivo il parco è popolato da numerosi animali come uccelli e rettili, anche piuttosto rari. I veicoli a motore sono giustamente proibiti all’interno del parco, ma è comunque possibile arrivarci attraverso numerose gite guidate e fare un tuffo in queste meravigliose lagune uniche al mondo. 

Le caratteristiche dune di sabbia bianca

São Luís

Al nord del Brasile, sorge la capitale dello Stato del Maranhão, una città-isola. Già così è di diritto tra le cose da vedere in Brasile, ma scopriamo di più.

São Luís si sviluppa in una laguna soggetta a maree molto elevate, ed è separata dalla terraferma da un sottile braccio di mare. Si tratta di una città coloniale patrimonio dell’Unesco, famosa in tutto il mondo per le sue case color pastello, decorate da numerosi azulejos variopinti, e per le migliaia di edifici storici che rappresentano perfettamente i fasti del passato coloniale. São Luís è la meta perfetta per fare una passeggiata nella storia e godersi le luci della sera che illuminano la laguna in modo particolarmente suggestivo.  

Gli edifici storici di Sao Luis

Amazzonia

La Foresta Amazzonica è una immensa area geografica. Costituisce quasi il 50% del territorio brasiliano e si sviluppa su una superficie di 6 milioni di chilometri, suddivisi in 9 Paesi del Sud America, regalandole l’appellativo di “polmone verde” della terra. Si tratta di un’enorme foresta pluviale ricchissima di biodiversità e di un valore biologico inestimabile, tanto che, ad esempio, ogni anno vengono scoperte centinaia di nuove specie di animali. Le escursioni organizzate ti permetteranno di navigare i vari affluenti del Rio delle Amazzoni con canoa a remi o barche a motore, fare trekking nella foresta e dormire tra la natura. Abbandona le comodità digitali e immergiti nel verde sconfinato del Brasile. 

La vista aerea sulla foresta pluviale

Come avrai capito arrivati a questo punto, il Brasile è una continua scoperta. Offre paesaggi ed esperienze molto diverse tra loro, anche se la natura lussureggiante, il sole e il mare – caldo tutto l’anno – ti accompagneranno ovunque tu vada. Questo clima si riflette anche nelle persone, e l’accoglienza dei brasiliani ti rimarrà impressa nel cuore.

Per farti vivere appieno questo paese, oltre al viaggio Guarda le nostre proposte per un tour indimenticabile del Brasile.

 

Vanessa Gonzato
Scritto da Vanessa Gonzato