Voli di 12 ore, attese in aeroporto e poi magari perdi la coincidenza e maledici di aver scelto una meta esotica? Ma anche no! Chi viaggia sa bene che, molto spesso, per scoprire tradizioni e culture nuove non serve andare molto lontano. I Paesi Baschi sono proprio la meta perfetta! E tu dirai, ma cosa ci sarà mai da vedere nei Paesi Baschi? Caro mio, in questo territorio del nord della Spagna tutto è nuovo, unico e davvero particolare. Per prima cosa si parla una lingua diversa dalle altre regioni del Paese e si ha l’impressione di essere finiti in un luogo lontano dal tempo e dallo spazio.

Cosa c’è di più affasciante quindi per un viaggiatore come te? Qui capiremo insieme cosa vedere nei Paesi Baschi e le mete che non puoi perdere in questa, a dir poco unica, comunità autonoma della Spagna. Partiremo da Bilbao, la città più grande del territorio, famosa per la sua arte e per il Museo Guggenheim, fino ad arrivare alla costa di San Sebastian e le sue splendide spiagge.

Il tuo tour nei Paesi Baschi non sarebbe completo se non includessi poi una visita al capoluogo, Vitoria-Gasteiz, e non dedicassi una giornata a cercare le tracce del Trono di Spade nell’isola di Gatselugatxe, dove sono state girate molte scene della serie tv più famosa degli ultimi anni.

Insomma, un viaggio nei Paesi Baschi ti porterà alla scoperta di una buonissima cucina (ma anche del vino che viene prodotto a La Rioja), di tanta natura e molta arte. Ti rimane solo da segnarti cosa vedere nei Paesi Baschi.

Bilbao

Se ti stai domandando cosa vedere nei Paesi Baschi, una delle prime tappe che devi assolutamente tenere in considerazione è Bilbao.

Questa città in passato è stata il punto di riferimento per la costruzione di navi ed era quindi famosa per le sue acciaierie. Oggi Bilbao viene apprezzata dai turisti per il profondo legame che ha con il mare e il suo carattere artistico. Da un lato, basta fare una passeggiata al porto di Bilbao per capire che, appunto, il mare rimane al centro della vita dei suoi abitanti; dall’altro potrai ammirare la bellezza di numerose opere d’arte contemporanea.

Bilbao infatti, è come una sorta di museo a cielo aperto, tanti sono gli artisti e i designers che hanno decorato la città con le loro opere. Sicuramente dovrai organizzare una visita al Museo Guggenheim, il cui edificio, un’enorme struttura ricoperta con una lamina di titanio, è stato progettato dal famoso architetto canadese Frank O. Gehry. Troverai arte anche lungo il fiume Nervón che attraversa Bilbao: uno dei suoi ponti, chiamato Zubizuri, è infatti opera nientemeno che di Calatrava!

Infine, se hai voglia di mare, non preoccuparti perché le spiagge di Bilbao sono pronte ad accoglierti; si tratta di spiagge cittadine che si affacciano sul Golfo di Biscaglia, cuore nevralgico dello spirito marittimo della città. Rilassati, o fai un po’ di surf e poi fai due passi al Mercado de la Ribeira, il mercato coperto di Bilbao, nonché uno dei più grandi d’Europa.

Museo Guggenheim di Bilbao visto dall'acqua in un giorno di sole
Il Museo Guggenheim di Bilbao

San Sebastian

Dopo aver visitato Bilbao, rimaniamo comunque sula costa basca per scoprire un’altra perla di questo territorio: San Sebastian.

Diciamo subito che una delle cose che contraddistingue questa città è la sua natura più selvaggia. Dimentica i grattacieli e i palazzi di Bilbao e goditi un’esperienza basca a 360°. San Sebastian è infatti famosa per avere una delle spiagge più belle d’Europa: La Concha. Questa baia molto grande ha la caratteristica forma di una conchiglia e offre un panorama unico: dall’azzurro delle onde che si infrangono sulla costa basca, fino alle verdissime colline che la fanno da cornice.

Ma veniamo al motivo per cui San Sebastian è una delle cose da vedere nei Paesi Baschi: il cibo! Caro mio viaggiatore, devi sapere che qui, che tu scelga di andare in ristoranti stellati o in piccole osterie, mangerai benissimo. Metti in valigia una camicia in più perché devi provare i famosi Pintxos. Si tratta di un insieme di assaggi di piatti tipici, che ricordano il format delle tapas, ma infilzati in un lungo stuzzicadenti. Ogni boccone sarà per te un ricordo indelebile, che acquolina!

Come ultima tappa, ti consiglio di rilassarti a Zurriola beach (magari prima di fare un’abbuffata di pintxos). In questa spiaggia enorme, più tranquilla rispetto alla famosa Concha, si radunano molti appassionati di surf: le onde sono mozzafiato!

Il mare azzurro di La Concha di San sebastian, nei Paesi Baschi. visto dall'alto
La Concha di San Sebastian

Vitoria-Gasteiz

Stai programmando un tour dei Paesi Baschi in 7 giorni? Ritagliati almeno una giornata per scoprire il capoluogo Vitória-Gasteiz.

Cambiamo completamente scenario e ci allontaniamo dalla costa per addentrarci ancora di più nelle tradizioni di questo misterioso e antico territorio. Una delle sue principali attrazioni è la cattedrale gotica di Santa Maria, una chiesa davvero imponente situata su una collina che domina la Almendra Medieval, ovvero il centro storico (viene chiamato così per la sua forma “a mandorla”).

Attorno a questo cuore medievale, si sviluppa quello che viene chiamato Anillo Verde, ovvero una serie di percorsi pedonali e piste ciclabili che circondano letteralmente Vitoria-Gasteiz. Si può quindi passeggiare o andare in bici, attraversando laghetti, parchi, fiumi e rimanere affascinati dallo splendido patrimonio vegetale e dall’organizzazione della città, che fanno di Vitoria-Gasteiz una città a misura d’uomo immersa nel verde. Insomma una delle cose da vedere nei Paesi Baschi.

Il centro storico di Vitoria-Gasteiz con i suoi caratteristici edifici
Il centro storico di Vitoria-Gasteiz

San Juan de Gaztelugatxe

Fascino, mistero e leggende si riuniscono in un unico luogo dei Paesi Baschi: l’isolotto di San Juan de Gaztelugatxe.

La prima cosa che ti viene in mente quando pensi a Gatzelugatxe è il Trono di Spade, vero? Ebbene sì, questo luogo nella serie tv è conosciuto come la Roccia del Drago. Ma questo non può essere l’unico motivo a spingerti fino a qui, perché quest’isola cela molte sorprese.

La prima è quella che per raggiungere l’isola dovrai fare un percorso tortuoso di ben 231 scalini in un ponte roccioso sospeso sull’Oceano. Non so te, ma io andrò lì solo per questo! Un ponte di pietra millenario che si sviluppa in continue curve tra il blu del mare e il verde della collina? Vale il viaggio, a mio avviso. Alla fine del percorso raggiungerai l’Eremo di San Juan dedicato a San Giovanni Battista, che si trova dove in origine sorgeva l’antico castello roccioso (in basco Gastelugaxte significa proprio “castello roccioso”).

Prima di andartene ricorda di suonare 13 volte la campana e di esprimere un desiderio, proprio come facevano un tempo i marinai che si sono salvati dai naufragi a Gaztelugatxe.

L'isolotto di San Juan de Gaztelugatxe collegato alla terraferma da 231 scalini
Il percorso sull’Oceano per arrivare a San Juan de Gaztelugatxe

La Rioja

Se all’isolotto roccioso hai espresso bene il desiderio, allora sei arrivato nella terra dei vini: La Rioja.

Questa regione è ricoperta per chilometri da filari e filari di viti. Colline verdeggianti che promettono e garantiscono la nascita dei vini spagnoli più famosi in tutto il mondo. Quale potrà mai essere l’attività che ti consigliamo a La Rioja? Innanzitutto puoi scoprire la bellissima città medievale fortificata di Laguardia, famosa per la bellezza dei suoi edifici rinascimentali e barocchi.

Va bene dai, ora passiamo all’altra attività che consigliamo caldamente a La Rioja: la degustazione dei vini. Avrai letteralmente l’imbarazzo della scelta, in quanto ogni cantina della zona propone il proprio tour con relativo assaggio dei vini locali.

Se ancora non sai cosa vedere nei Pesi Baschi, ti consigliamo una vera e propria chicca. In questa regione, precisamente nella città di Haro, in occasione del giorno di San Pietro, il 29 luglio, si tiene una delle feste più strane di tutta la Spagna: la Battaglia del Vino. Dopo la Messa, due fazioni opposte di scontrano in modo pacifico, lanciandosi a vicenda litri e litri di vino. Sicuramente una delle cose da vedere nei Paesi Baschi!

Le viti di La Rioja nei Paesi Baschi
Le viti di La Rioja

Bermeo

Abbiamo ormai capito quanto la cultura dei Pesi Baschi sia profondamente legata alle tradizioni marittime. Ci spostiamo da Bilbao di circa 40 chilometri per scoprire Bermeo, un pittoresco villaggio di pescatori ricco di storia e passione per il mare.

Si tratta di un piccolo paese che si sviluppa attorno al porticciolo, ravvivando il paesaggio con delle graziose case tutte colorate, che possono ricordarci i nostri paesini delle Cinque Terre in Liguria. Bermeo è stata fondata nel 1236 ed oggi è possibile visare questo borgo che ha mantenuto il suo aspetto nonostante lo scorrere del tempo.

Potrai visitare la torre Ercilia, che faceva parte del sistema di difesa del villaggio e oggi è sede del Museo del Pescatore; oppure puoi visitare la chiesa di Santa Eufemia e il convento di San Francesco. Ma una delle cose che dovrai assolutamente fare a Bermeo, sarà provare la cucina tipica, a base di pesce fresco: una delle migliori cucine di tutta la costa basca!

Il porticciolo di Bermeo con numerose imbarcazioni e edifici colorati
Il porticciolo di Bermeo

Urdaibai

Abbiamo già parlato di bellissime mete per il tuo prossimo viaggio, ma le cose da vedere nei Paesi Baschi non finiscono qui. Questo territorio può ancora sorprenderti! E quindi scopri uno dei luoghi più affascinanti dal punto di vista naturalistico: Urdaibai.

Ripartendo da Bermeo, ci spostiamo sempre seguendo la costa e arriviamo in una zona che nel 1984 è stata dichiarata Riserva Mondiale della Biosfera dall’Unesco. In pochi istanti ti renderai conto della ricchezza di questa piccola zona dei Paesi Baschi: una spiaggia di ben 12 chilometri, piena di vegetazione acquatica che a pochi passi dalla riva condivide lo spazio con veri e propri boschi di querce!

La Riserva, nascendo attorno l’estuario del fiume Urdaibai, è costituita anche da paludi, praterie, laghetti, che sono l’habitat perfetto per numerose specie animali protette, nonché il luogo perfetto per lo sviluppo di diversi ecosistemi.

Insomma partendo dalle montagne, fino alla riva sabbiosa che si tuffa nel Mar Cantabrico, qui potrai immergerti in un vero e proprio “concentrato” di natura!

L'estuario del fiume Urdaibai circondato dal verde in un giorno di sole
L’estuario del fiume Urdaibai

Playa de Zarautz

Dopo aver visitato città e Riserve naturali, concediti un’ultima tappa a Zarautz. Anche questo piccolo borgo, come da tradizione basca, in origine era dedito alla pesca. Oggi però è diventato un luogo molto amato dai turisti e, possiamo dire, venerato dai surfisti.

Sì, perché qui la vera attrazione sono le onde! Playa de Zarautz infatti, con i suoi 2.5 chilometri di lunghezza, viene considerata la “regina delle spiagge” dagli amanti del surf. Qui si possono trovare ben 5 scuole e tantissimi appassionati che ogni anno vengono a cercare l’onda perfetta.

D’estate la spiaggia si popola anche di bagnanti e ciò è dovuto anche alla presenza di numerosi bar e ristoranti e delle tipiche tende bianche e azzurre, pronte per riparare i bagnanti dal sole cocente di agosto. Playa de Zarautz è la più lunga della costa basca e il luogo perfetto per fare una bellissima passeggiata rilassante.

Due surfisti camminano nella Playa de Zarautz al tramonto
Playa de Zarautz

Un viaggio nei Paesi Baschi è un’esperienza davvero unica che racchiude la storia di questo particolare territorio, così legato al mare e alle tradizioni che ne derivano, e la sua natura selvaggia che viene preservata nei secoli.

Borghi medievali e castelli che ispirano le più attuali serie televisive, come quello di Gaztelugatxe, ma anche tanta arte contemporanea e creatività come a Bilbao. Insomma quello che è certo è che un tour nei Paesi Baschi non potrà annoiarti; ogni esperienza che sceglierai di fare, che sia un’escursione alla Riserva della Biosfera di Urdaibai oppure una visita alle cantine di La Rioja, sicuramente ti stupirà.

Ora che sai cosa vedere nei Paesi Baschi, ti basta solo lasciarti trasportare dai venti del nord fino al tuo prossimo viaggio. Guarda l’itinerario che Weroad ha pensato per te: un tour express tra Bilbao e San Sebastian.

Vanessa Gonzato
Scritto da Vanessa Gonzato