Giordania quando andare: clima e consigli utili per il tuo viaggio

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/giordania-quando-andare/

Quando andare in Giordania? Bravissimi, questa è la prima domanda che bisogna porsi quando si vuole organizzare un viaggio in qualsiasi luogo della nostra bella terra.

Sì, perché se è vero che non ci sono più le mezze stagioni è altrettanto reale il fatto che ogni Paese ha la sua stagionalità. Quindi rispettiamola – se poi abbiamo le ferie solo ad agosto… pace. Si parte lo stesso!

La Giordania è un Paese incredibilmente affascinante e ricco di storia: qui si trovano alcuni dei siti archeologici più importanti e meglio tenuti del mondo, come quelli di Jerash, e una delle sette meraviglie del mondo moderno, Petra. Come destinazione è perfetta anche per chi cerca l’avventura, con gli svariati trekking e escursioni nel deserto del Wadi Rum, ma anche per chi ama il relax, grazie agli sbocchi che la Giordania ha sul Mar Morto e sul Mar Rosso. Ma la domanda resta: quando andare in Giordania?

Scopri i 10 luoghi da non perdere in Giordania!

Il clima della Giordania

Partiamo dalle basi e parliamo del clima della Giordania: come suggerisce la conformazione del territorio per lo più desertico, il clima è arido, con inverni freschi ed estati decisamente calde. Da non dimenticare l’escursione termica: di notte le temperature scendono notevolmente, sia in estate che in inverno.

La Giordania è un Paese caratterizzato dalla siccità: le piogge sono scarse al sud, mentre al nord piove da dicembre a marzo – ma mai copiosamente. L’inverno al nord è più freddo, con temperature che raggiungono anche i 4 gradi, mentre al sud non scendono sotto i 10. Vale lo stesso per l’estate: al nord il caldo è più sopportabile, con massime intorno ai 30 gradi, mentre al sud si toccano anche i 45 gradi.

Giordania quando andare Wadi Rum
Il deserto del Wadi Rum, arido ma bellissimo!

Giordania quando andare: il periodo migliore

Non vi teniamo troppo sulle spine e vi diciamo subito che i periodi migliori per visitare la Giordania sono la primavera e l’autunno (quelle mezze stagioni che non esistono più di cui parlavamo prima!). In particolar modo, i mesi di aprile e maggio e di settembre, ottobre e inizio novembre sono considerati i migliori in assoluto per organizzare un viaggio in Giordania.

Perché? In questo modo si evitano il freddo e le piogge del nord tipiche dell’inverno e le temperature parecchio alte dei mesi estivi. La cosa migliore è che in questi mesi si può visitare la Giordania nella sua interezza, perché praticamente ovunque il clima è perfetto e le temperature gradevoli.

Giordania in inverno

Se viaggiate nel nord del Paese, meglio evitare i mesi invernali tra dicembre e marzo perché sono quelli più freddi e piovosi. Se invece volete visitare il deserto del sud – la zona del Wadi Rum e di Petra per intenderci – anche l’inverno può essere una stagione adatta: le temperature si abbassano e sono decisamente più tollerabili rispetto ai mesi estivi.

Petra Giordania
Petra e Wadi Rum: va bene anche l’inverno!

Giordania in estate

Se il vostro obiettivo è visitare il deserto orientale il periodo migliore è l’estate, quando le temperature sono miti e decisamente più vivibili rispetto al resto del Paese. Potete aggiungere al vostro itinerario anche Amman e la Strada dei Re, anche se per queste zone le stagioni migliori restano la primavera e l’autunno.

Se mal sopportate il caldo, evitate i mesi estivi per visitare il Wadi Rum o Petra – qui le temperature possono raggiungere anche il 45 gradi. Se non potete organizzarvi diversamente e volete comunque visitare questi luoghi incredibili, tenete bene a mente delle semplici regole: evitare le ore più calde della giornata per fare trekking o escursioni, cercare di non fare troppi sforzi fisici e portate con voi sempre molta acqua!

Amman Giordania
Per l’estate: Amman, il deserto orientale e la Strada dei Re!

Escursioni in Giordania

La Giordania offre una grande varietà di escursioni e avventure. Tenete bene a mente che alcuni siti o escursioni potrebbero non essere accessibili tutto l’anno. Ad esempio, se il vostro scopo è fare canyoning nel Wadi Mujib, non organizzate il vostro viaggio in inverno. Le escursioni qui si effettuano solo dal 1° aprile al 31 ottobre.

Se volete fare un viaggio all’insegna del trekking – Petra ha svariati percorsi, così come il Wadi Rum – i mesi migliori sono aprile/maggio e settembre/ottobre. In questo modo si evitano le temperature bollenti dell’estate e la possibilità di pioggia e le temperature decisamente più basse dell’inverno.

Giordania quando andare trekking
Trekking in Giordania: meglio primavera o autunno!

Giordania: cosa mettere nello zaino

Abbiamo finito con le previsioni meteo alla Giuliacci e possiamo proseguire: una volta scelto il periodo e prenotato il viaggio bisogna fare lo zaino… cosa ci metto dentro?

Partiamo dalla lista base – che diciamolo, va bene per qualsiasi altro viaggio. Non dimenticare mai:

  • passaporto
  • Jordan Pass (se hai deciso di farlo prima di partire)
  • patente italiana (non è necessario fare la patente internazionale)
  • fotocopia dei documenti (che non si sa mai)
  • piccolo medi-kit con tutti i medicinali di cui fai uso abituale (con attenzione particolare a fermenti lattici e farmaci per la digestione – anche qui, non si sa mai)
  • repellente per gli insetti e/o anti-zanzare
  • occhiali da sole, crema solare e cappellino (perché il sole ci piace, ma la nostra pelle di più)

Parliamo di vestiti: cosa portare? Dopo aver letto i nostri consigli su quando andare, la soluzione è abbastanza ovvia: vestiti leggeri e traspiranti in estate, vestiti pesanti ma pratici per l’inverno. Anche in estate è comunque buona cosa portare una felpa o una giacca per le notti nel deserto, dove l’escursione termica si sente parecchio. Essenziale poi è avere delle scarpe comode per camminare in città e per le escursioni e non dimenticare a casa il costume da bagno per i giorni di mare.

Mettete nello zaino un foulard o una kefiah – o comprateli direttamente a destinazione, per aver un ricordo del viaggio che poi torna sempre utile! Vi serviranno nel deserto, per proteggere il viso dalla sabbia, e anche per visitare i luoghi sacri in caso non siate vestiti in modo appropriato. Ricordatevi che state visitando un Paese musulmano e la cultura e le tradizioni sono diverse da quelle occidentali: è bene rispettarle, quindi meglio evitare abiti troppo scollati o succinti.

Scopri la Giordania partendo con WeRoad: un itinerario di 8 giorni tra Amman, il Mar Morto, Petra e il Wadi Rum!

Scritto da Chiara Bertorelle
Mi chiamo Chiara e nella vita ho un solo, grosso problema: sono drogata di viaggi! Dopo la laurea in lingue per l’editoria ho deciso di...