Cosa vedere in Giappone: 10 luoghi da non perdere durante il tuo viaggio

Copia link
Link copiato!
https://stories.weroad.it/cosa-vedere-giappone/

La vostra prossima destinazione è la magnifica terra del Sol Levante? Vi diciamo cosa vedere in Giappone – scegliere solo 10 luoghi è stato difficile, ma questi sono quelli che a nostro parere meritano di più!

Il Giappone è una destinazione unica al mondo, affascinante sotto moltissimi punti di vista. La cosa più bella è che qui convivono modernità e antichità, spinta verso il futuro e tradizioni millenarie che vengono gelosamente custodite e preservate. Le mille sfaccettature rendono il Giappone la destinazione ideale un po’ per tutti. Chi ama la città può perdersi tra le vie di Tokyo mentre chi preferisce la natura può esplorare l’Hokkaido. Chi cerca spiagge da sogno può andare a sud, a Okinawa, e per chi ama il relax ci sono più di 3000 onsen sparse in tutto il territorio giapponese.

Organizzate il vostro itinerario in base al tipo di viaggio che state cercando. Considerate che spostarsi in Giappone è molto semplice grazie al sistema ferroviario ad alta velocità Shinkansen. I transfer non saranno mai troppo difficoltosi, specialmente se siete in possesso di un Japan Rail Pass.

Vuoi esplorare il Giappone? Scopri tutti gli itinerari WeRoad!

Giappone cosa vedere: i 10 luoghi da non perdere

Tokyo

Partiamo dalla capitale, Tokyo: senza ombra di dubbio la destinazione principale quando si pensa di organizzare un viaggio in Giappone. Una metropoli immensa che conta più di 13 milioni di abitanti – 35 milioni, se si considerano tutte e 47 le prefetture. Tokyo significa “capitale orientale” – un nome più che appropriato dato che si trova proprio a est della vecchia capitale Kyoto, alla quale ha rubato il titolo nel 1943.

Preparatevi alla frenesia ordinata dei giapponesi: a Tokyo le persone sono sempre in movimento ma tutto è rigorosamente regolato – è quello che rende questo popolo così unico! Questa città è il simbolo di tutto il Giappone perché ne racchiude l’essenza moderna e antica e non ci si mette molto ad accorgersene. Ci sono quartieri con vie trafficate e palazzi moderni e altri che sono oasi di pace, con templi antichi e giardini ben curati.

Cosa vedere in Giappone: la capitale Tokyo.
Cosa vedere in Giappone: la capitale Tokyo.

Gli highlights che non vi dovete perdere? Per partire potete iniziare da Ginza, dove si trova la zona commerciale, con eleganti boutique, il Palazzo Imperiale e le abitazioni storiche degli Shogun, gli antichi samurai. Ad Asukasa trovate i templi, dove è possibile ancora oggi respirare il fascino dell’antica Tokyo, mentre a Shibuya vi immergerete nella frenesia della sua parte più moderna – qui c’è l’incrocio più trafficato del mondo!

Per chi ama manga e anime, il quartiere dove andare è Akihabara: qui ci sono negozi di elettronica e videogiochi che farebbero impazzire chiunque. Ueno è perfetto per ritagliarsi un po’ di tranquillità: qui c’è un grande parco che, specialmente in primavera in occasione della fioritura dei ciliegi, è davvero molto suggestivo. Per una serata particolare invece vi consigliamo il quartiere Golden Gai, dove si trovano bar minuscoli dell’epoca del proibizionismo davvero caratteristici. Alcuni non accettano turisti i stranieri, quindi scegliete con cura dove andare!

Akihabara: il quartiere dei manga e dei videogiochi.
Akihabara: il quartiere dei manga e dei videogiochi.

Kyoto

Se partite da Tokyo, la seconda tappa sulla vostra lista di cosa vedere in Giappone deve assolutamente essere Kyoto. A differenza di Tokyo, che abbraccia calorosamente la spinta verso la modernità e il futuro, la città di Kyoto mantiene intatta la sua anima più tradizionale e antica. Di templi da visitare ce ne sono tanti ma di sicuro non vi potete perdere il Tempio d’oro, Kinkakuji in giapponese, né Kiyomizudera, patrimonio dell’UNESCO, o il Palazzo Imperiale di Kyoto.

Fate anche due passi al mercato Nishiki, dove avrete modo di assaggiare i sapori autentici del Giappone, e a Gion, un quartiere storico dove potrete vedere le geishe mentre si recano a lavoro, con indosso il tradizionale kimono. Qui ci sono giardini zen, sale da tè e le classiche abitazioni in legno che sono parte dell’immaginario comune che abbiamo del Giappone.

Altre due tappe fondamentali da non perdere assolutamente a Kyoto? Una senza dubbio è la foresta di bambù di Arashiyama, un luogo quasi incantato. Cercate però di andarci al mattino presto per evitare la folla di turisti che si incontra più o meno sempre durante il giorno! A sud di Kyoto infine si trova il tempio di Fushimi Inari Taisha, famoso soprattutto per la scalinata che si deve percorrere per raggiungerlo. Un percorso reso suggestivo dai torii, i tradizionali portali d’accesso giapponesi dal caratteristico colore rosso acceso.

I famosi torii del Tempio di Fushimi Inari a Kyoto.
I famosi torii del Tempio di Fushimi Inari a Kyoto.

Osaka

Siamo nella terza città del Giappone per numero di abitanti, quindi non potevamo non inserirla nella lista. Come a Tokyo e Kyoto, anche a Osaka modernità e tradizioni convivono creando un’atmosfera unica. In passato ha avuto un ruolo molto importante per lo sviluppo economico del Paese, essendo una città portuale. Storicamente viene considerata la capitale commerciale del Giappone, e ancora oggi qui si trovano i più grandi distretti industriali e portuali del Paese.

A Osaka trovate luoghi sacri e templi, come il Santuario di Sumiyoshi Taisha, tra i più antichi in tutto il Giappone, o il Castello di Osaka – che parecchi confondono con il più famoso Castello di Himeji (sì, quello che trovate nelle emoticon!). Accanto alla parte più antica poi si trovano grattacieli imponenti, come l’Umeda Sky Building, e parchi tematici, come gli Universal Studios – le influenze americane sono arrivate anche qui!

Da non perdere qui è un’uscita serale: Osaka è famosa per la vita notturna, specialmente a Namba, il quartiere dell’intrattenimento per eccellenza. Qui potete trovare bar, discoteche, sale da gioco – tra tutte, provate il pachinko, un gioco d’azzardo che da queste parti è il più famoso. Perfetto anche per la cucina: se volete assaggiare il granchio di Osaka o i famosi okonomiyaki, venite qui!

Cose da vedere in Giappone: il castello di Osaka.
Cose da vedere in Giappone: il castello di Osaka.

Nara

Pensavate che il Giappone potesse non avere un terza ex capitale? E invece Nara è proprio l’antica capitale del Paese – anche se parliamo di circa una novantina d’anni, dal 710 al 794. Di quel tempo Nara come la vediamo oggi ha mantenuto il fascino culturale: viene considerata infatti la culla della letteratura e dell’arte giapponese. La città è ricca di luoghi storici: palazzi, templi, santuari – moltissimi dei quali sono parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Tra le cose da vedere segnatevi il Tempio Todaiji, che custodisce un gigantesco Buddha dorato, il Palazzo Heijo e i Giardini Isuien. Non perdetevi nemmeno il Parco di Nara, dove passeggiano tranquillamente tra i turisti i famosi cervi di Nara, simbolo della città. Sono docili e abituati al contatto umano e di solito anche molto propensi a farsi qualche simpatico selfie!

I cervi di Nara: docili e amichevoli!
I cervi di Nara: docili e amichevoli!

Hokkaido

L’isola di Hokkaido si trova nel nord del Giappone ed è una destinazione abbastanza di nicchia. Di solito qui vengono quei viaggiatori che hanno già fatto il circuito “classico” del Giappone e si sono innamorati del Paese. L’Hokkaido è perfetto per chi ama la natura selvaggia: sull’isola ci sono foreste, vulcani, montagne, laghi, piccole cittadine caratteristiche e sorgenti termali con onsen tradizionali.

Puntate all’Hokkaido in inverno se amate gli sport invernali e non temete il freddo. Ogni anno qui viene organizzato un festival della neve a Sapporo, il capoluogo famoso per la birra, durante il quale si possono ammirare sculture di neve o ghiaccio davvero stupefacenti. Se invece amate il trekking o i percorsi in bicicletta, venite qui in estate. La stagione è perfetta per le attività all’aperto e le temperature sono molto più gradevoli rispetto a quelle dell’isola centrale, dove l’afa si fa sentire parecchio.

Scopri l’Hokkaido in un itinerario di 11 giorni!

Hokkaido: natura e panorami mozzafiato!
Hokkaido: natura e panorami mozzafiato!

Okinawa

Pochi associano il Giappone a spiagge di sabbia bianca e mare cristallino. Eppure il Giappone è anche questo: le isole di Okinawa, nel sud del Paese, sono un vero e proprio paradiso tropicale, non molto diverso a livello di bellezza delle Filippine o dell’Indonesia. Le isole di Okinawa sono considerate un po’ come le Hawaii del Giappone e restano ancora una destinazione poco turistica.

Oltre al mare bellissimo, queste isole sono interessanti anche da un punto di vista storico e culturale. Si trovano infatti templi e castelli come sulle isole principali del Giappone, così come monumenti e musei dedicati agli eventi accaduti qui durante la Seconda Guerra Mondiale. Se amate il mare e cercate una destinazione fuori dal comune, venite qui!

Okinawa: spiagge da sogno e mare cristallino.
Okinawa: spiagge da sogno e mare cristallino.

Hiroshima

Per restare in tema, un altro luogo da vedere in Giappone se si vuole scoprire la storia più recente di questo Paese è sicuramente la città di Hiroshima. Teatro, purtroppo, del tragico evento che ha segnato per sempre la storia del Giappone e dell’umanità: il lancio della bomba atomica. Visitare Hiroshima può essere un’esperienza difficile, perché sono tanti i luoghi di interesse che ricordano questo evento terribile.

Nonostante il tragico passato però un po’ ovunque a Hiroshima si respira aria di rinascita, senza mai dimenticare il passato. Vi consigliamo di visitare il Parco, Museo e Memoriale della Pace e di fare un salto alla vicina isola Miyajima, dove potrete visitare il Santuario Itsukushima e ammirare il maestoso (e gigantesco) torii rosso che sorge vicino alla riva, simbolo dell’isola.

Cose da vedere in Giappone: Hiroshima.
Cose da vedere in Giappone: Hiroshima.

Fujiyama e la regione dei Cinque Laghi

Il Monte Fuji vince di diritto il titolo di simbolo del Giappone. Il suo maestoso profilo e la sua cima, innevata quasi tutto l’anno, rientrano nell’immaginario comune di tutti gli amanti del Paese del Sol levante. La sua è una presenza imponente: nei giorni limpidi è possibile scorgerlo da Tokyo e da diverse zone centrali del Giappone. Da sempre viene considerato un luogo sacro dai giapponesi.

In estate è anche possibile salire sulla sua cima – il trekking è abbastanza impegnativo ma siamo sicuri che ogni fatica viene ripagata dal panorama e dalla soddisfazione! Tutt’intorno al Monte Fuji troviamo la regione dei Cinque Laghi, una zona incredibile a livello naturale e panoramico. Tra tutti i luoghi che potete visitare, vi consigliamo Hakone per due o tre giorni di relax – è la località termale per eccellenza! Andate al Lago Kawaguchi se siete amanti della fotografia – il Fuji si riflette sulle acque del lago creando un’immagine davvero suggestiva!

Il magico Lado Kawaguchi, nella regione dei Cinque Laghi.
Il magico Lado Kawaguchi, nella regione dei Cinque Laghi.

Takayama

Abbiamo lasciato per ultime due piccole chicche. La prima è Takayama, una cittadina che sorge ai piedi delle Alpi Giapponesi (in Giappone ci sono le Alpi?! Lo sappiamo, il mondo è davvero piccolissimo). Se potete fermarvi qualche giorno in più in Giappone e avete già visitato le città che vi abbiamo citato sopra, venite qui per scoprire la parte più autentica del Paese.

A Takayama si respira ancora l’atmosfera del Giappone antico: le case sono in legno, i vicoli stretti, i giardinetti ben curati, i santuari davvero pacifici e silenziosi, non essendo frequentati da folle di turisti. Vi basteranno due giorni, durante i quali potrete anche acquistare qualche prodotto dell’artigianato locale: qui vivevano i falegnami più virtuosi del Giappone e le tradizioni sono rimaste intatte.

Cosa vedere in Giappone: Antiche case e antiche tradizioni: Takayama.
Antiche case e antiche tradizioni: Takayama.

Kanazawa

Per concludere vi suggeriamo Kanazawa, anche in questo caso per scoprire il volto più autentico del Giappone. Qui potete perdervi a Nishi Chaya, il distretto delle geishe, anche se purtroppo (o per fortuna) solo una delle antiche casa da tè è aperta al pubblico. Anche Nagamachi, l’antico quartiere dei samurai, preserva ancora oggi un fascino unico, mentre al mercato Omicho potrete assaggiare i sapori locali.

Kanazawa, tra geishe e samurai.
Kanazawa, tra geishe e samurai.
Scritto da Chiara Bertorelle
Mi chiamo Chiara e nella vita ho un solo, grosso problema: sono drogata di viaggi! Dopo la laurea in lingue per l’editoria ho deciso di...