Madeira… Madeira… cosa ci viene in mente pensando a questo luogo? Al primo posto c’è il legno, anche perché “Madeira” in portoghese vuol dire proprio legno. L’isola fu chiamata così nel 1419 perché ricoperta da una foresta impenetrabile.

Al secondo posto c’è Cristiano Ronaldo. Sì, la persona più seguita su Instagram nonché uno dei calciatori più forti di sempre è nato qui. Ovviamente gode di un culto semi-divino con tanto di statua sul lungomare di Funchal, la capitale.

Ma – fortunatamente – Madeira è molto di più. Un’isola selvaggia, vasta, che emerge dalle acque dell’oceano annunciata dalle due isole più piccole che la precedono venendo da oriente: Deserta Grande e Porto Santo. Uno smeraldo incastonato nel blu profondo dell’oceano. Che si arrivi in volo o dal mare, l’effetto è sempre lo stesso: una rivelazione.

Ma se sei qui probabilmente il viaggio lo devi ancora progettare, e Madeira te la stai guardando su Maps. In quel caso la domanda è una sola: cosa vedere a Madeira?!

Un uomo su una scogliera a picco sul mare a Madeira

Situato più a sud e vicino alla costa dell’Africa rispetto alle più famose Azzorre, questo piccolo arcipelago è un giardino enorme e galleggiante in cui montagne e spiagge paradisiache si incontrano. Trekking, relax in spiaggia e Surf possono alternarsi nel corso della giornata, e il clima perennemente mite aiuta. Parecchio. Le strade infine non sono quasi mai sature di turisti, anche se le cose da fare e vedere a Madeira sono davvero molte.

Per non farvi smarrire in tutta questa natura rigogliosa (MOLTO rigogliosa), abbiamo pensato ad una lista delle 5 attrazioni da non perdere a Madeira.

Abbiamo incluso anche i cibi da provare e le escursioni di cui innamorarvi. Perché vi conosciamo ormai.

Funchal

Nella nostra lista delle cose da vedere a Madeira, Funchal è sicuramente la prima. Si tratta infatti della capitale delle isole come preannunciato, nonché città più grande. Deve il suo nome così pittoresco ad un’erba chiamata Finocchio “Funcho”, usata per realizzare i tradizionali dolcetti di finocchio ‘rebuçados de funcho’ che troverete in tutta Madeira.

Nella vostra giornata a Funchal dovete partire dal Mercado dos Labradores: è il più grande dell’isola, tanto che si espande su tre diversi livelli. Si tratta di una delle attrazioni più popolari di Madeira, che appagherà vista, olfatto e gusto. Il fiore all’occhiello di questo mercato, tra spezie, fiori, carne e pesce, sono sicuramente i frutti esotici.

Lasciatevi tentare dalla Monstera deliciosa, detta “banana ananas” per via del sapore che ricorda questi due frutti, o assaggiate la Carruba o “banana passion fruit”, per il suo aspetto simile alla banana e il gusto di passion fruit.

la frutta del mercato di Funchal

Proseguite poi con una tappa al giardino botanico di Funchal. Ci si arriva tramite una funivia pronta a regalarvi il primo grande highlight naturalistico: una bellissima vista dall’alto fra i tanti colori del giardino. Qui ci sono oltre 3000 tipologie di piante provenienti da tantissime aree d’Europa e del mondo.

Dal Giardino inoltre potete regalarvi un’altra esperienza adrenalinica, quella di scendere con i cestinhos locali. No, non avete capito male… la parola ha lo stesso significato dell’italiano!

Si tratta di grossi cesti di legno e vimini in cui ci si siede per essere trasportati fino al centro di Funchal per circa 2km in discesa. In una visita nella capitale, non potete perdervi uno degli spot più instagrammabili di tutta Madeira: Ponta do Garajau, uno dei posti più romantici dell’isola. Dopo una scalinata che vi condurrà al punto più alto, potrete ammirare l’oceano in tutto il suo splendore. Per una foto top, vi consigliamo di venire al tramonto.

Pico Ruvio

Il Pico Ruvio è la cima più alta dell’isola ed una delle cose imperdibili da vedere a Madeira. È la terza vetta del Portogallo e arrivare in alto è una delle esperienze più belle che possiate fare nel paese. La vista panoramica e i percorsi escursionistici che vi portano su, vi faranno davvero sognare nella loro alternanza di paesaggi unici, fatti di cascate, boschi e natura.

Vi rassicuriamo subito. Il percorso per raggiungere la vetta è accessibile a tutti, anche se, come in tutti i trekking in salita, in alcuni tratti può risultare più faticoso. Il sentiero più semplice inizia ad Achadas do Teixeira e ha una lunghezza di circa 6 km per un totale di 3 ore di cammino. Il nostro consiglio è di andare la mattina presto, quasi al sorgere del sole. A quest’ora infatti troverete le nuvole tutto intorno alla montagna a creare un effetto quasi magico.

cosa vedere a Madeira: il Pico Ruvio immerso tra le nuvole

La bellezza di questo luogo è legata alla vista pazzesca che la cima regala, ma anche ai percorsi che portano su in vetta. Fra questi spicca il sentiero tra il Pico Ruvio e il Picco Arieiro, la terza montagna più alta dell’isola. Questo percorso viene spesso definito il più trekking più bello di tutta Madeira e la sua durata è generalmente di 3 ore e mezza. Stando ai racconti di tanti escursionisti, però, si impiegano circa 5 ore: è facile perdersi in questa meraviglia e fermarsi ad ammirare panorami unici. Insomma il sentiero è così bello che merita una pausa foto costante per immortalare i numerosi piccoli corsi d’acqua che sfociano in cascate, le rocce vulcaniche sempre sfumate da vene laviche, i picchi frastagliati e tante tiplogie di fiori meravigliosi.

Porto Moniz

Un’altra delle cose più belle da vedere a Madeira è Porto Moniz. Molto spesso i viaggiatori scelgono queste isole come meta proprio perché spinti dalla bellezza delle foto scattate fra le sue piscine naturali. Madeira e le sue isole sono di origine vulcanica e le piscine di Porto Moniz nascono proprio dalla lava defluita dopo un picco di attività avvenuto più di un milione di anni fa e che si è riversata nel mare, finendo per indurirsi e dando vita alle pareti di queste vasche naturali.

Le piscine naturali sono divise in due zone, una vecchia ed una nuova. La parte antica è più emozionante e naturale e la sua magia proviene soprattutto da un isolotto sormontato da un faro proprio al centro della zona.

La nuova invece ci regala un mix con il moderno, caratterizzandosi di noleggi per lettini ed ombrelloni e diversi ristoranti dove potrete assaggiare la cucina locale di cui vi parleremo tra poco! A nord di Porto Moniz potrete vedere e visitare il Forte di São João Baptista, costruito in antichità per poter proteggere le isole da potenziali attacchi dei pirati.

Quella che vediamo oggi è una struttura più moderna, frutto di lavori (iniziati nel 2000) di restauro e ricostruzione dei pezzi mancanti che riportassero la fortezza alla sua bellezza originaria. Questo forte oggi ospita l’Acquario di Madeira dove è possibile vedere mante, murene, pesci balestra e tanti altri pesci presenti nelle acque delle isole.

Sao Vicente

Un’altra delle cose da non perdere a Madeira è São Vicente. Dietro il nome esotico di questa città che è una delle attrazioni principali della costa settentrionale di Madeira, si nasconde un’interessante storia folkloristica.

la bellezza naturalistica di Madeira con le scogliere rosse di Sao Vicente

Pare che São Vicente abbia preso il suo nome dai numerosi corvi che abitavano queste terre quando vi giunsero i primi coloni. Guardando questi volatili, si ricordarono della storia del martire spagnolo San Vincenzo, le cui spoglie furono difese dall’attacco di bestie feroci da un corvo mandato da Dio. Per questo motivo a difendere la città oggi c’è un altare dedicato al santo in cui si conserva un suo bellissimo dipinto.

São Vicente è un villaggio fra i più verdeggianti di tutta Madeira, ma è anche caratterizzato da una bellezza vulcanica, ovvero modellata dalle forze dei vulcani e dell’erosione delle rocce sui suoi pendii. In città si trovano infatti delle meravigliose grotte formatesi in seguito all’eruzione di un antico vulcano. Oggi sono visitabili e sono un’occasione per fare un’escursione al centro della terra e scoprire di più sugli eventi vulcanici grazie al “Centro do Vulcanismo”.

Si tratta di un piccolo punto di informazioni in cui potrete scoprire di più sulla geologia di Madeira e dei cambiamenti che l’hanno portata al suo aspetto attuale. Da non perdere in città c’è anche il Giardino Indigeno, un parco molto grande dalla superficie di 2.200 mq, che ospita decine di specie di flora locale e alberi autoctoni dell’isola, come l’Albero del Drago.

Câmara de Lobos

Câmara de Lobos è un’altra delle località di Madeira da inserire nella lista delle cose da vedere. Si tratta di un piccolo villaggio di pescatori, che sembra bloccato nel tempo e nel suo romanticismo fatto di barche colorate ammainate al porto.

Questa cittadina balneare fu uno dei primi insediamenti di coloni a Madeira, per questo conserva ancora numerose piazze e chiese del XV secolo, come la Capela De Nossa Senhora Da Conceição. È la più antica dell’isola secondo i locals e fu costruita nel 1420 per ordine di João Gonçalves Zarco. Il soffitto e le pareti di questa chiesa sono decorati con affreschi della vita di Sant’Antonio.

Non è ovviamente un caso: si tratta del santo patrono dei marinai e di conseguenza i pescatori portoghesi si recano qui a pregare prima di prendere il mare. Ma il fascino di Câmara de Lobos non viene dalla storia quanto dalla natura che la caratterizza: il paesaggio esprime una sorta di irrequietezza, fatta di scogliere alte in mezzo alla costa, voragini profonde del suolo e montagne maestose nella parte più centrale.

cosa vedere a Madeira: Câmara de Lobos con le sue barche che affollano la costa

Qui è possibile fare una delle attività più tipiche di Madeira: la levada, ovvero una passeggiata. È possibile fare infatti la Levada Do Norte che va da Ribeira Brava a Cabo Girão. La caratteristica principale delle levadas è che sono uniche isola per ogni isola e regalano paesaggi mozzafiato: in questo caso ad esempio i canali d’acqua si intrecciano attraverso la foresta di laurisilva per irrigare le piantagioni in un percorso di quasi 12.5 km.

Porto santo

L’arcipelago di Madeira è composto non solo dall’omonima isola ma anche da altri gruppi di isolette, come Ilhas Desertas, Ilhas Selvagens e Porto Santo.

Quest’ultima è una delle più piccole ma anche delle più affascinanti isole, sebbene molto diversa da come abbiamo descritto Madeira stessa finora. È infatti meno verde e più arida ma vanta una delle spiagge più belle di Madeira e anche d’Europa.

Parliamo di una striscia lunghissima e sabbiosa che si estende da Ponta da Calheta e termina a nord con il Club Nautico di Porto Santo. Si trova nel lato sud dell’isola e gode costantemente di uno splendido clima, mite e piacevole anche d’inverno.

la natura selvaggia di Madeira

Da non perdere a Porto Santo è la casa di Colombo che oggi è diventata un vero e proprio museo. È qui infatti che il navigatore si sposò e visse per alcuni anni. Nella sua casa museo si possono rivivere le conquiste portoghesi del passato. Si può anche approfondire la storia della navigazione e degli strumenti con mappe dell’epoca. Vi si trovano ritratti e opere d’arte legati al mondo di Cristoforo Colombo e alla sua vita.

Una delle attrazioni più belle di tutta Porto Santo che non può mancare nella vostra lista delle cose da vedere a Madeira è sicuramente il Miradouro da Portela. È uno dei punti panoramici più famosi dell’isola. Se comprerete qui dei souvenir, lo troverete quasi sempre dipinto o inciso su tazze, portachiavi e bicchieri! L’elemento principale di questo spot sono i Moinhos de vento, ossia i mulini a vento, una delle icone di Porto Santo, ma anche il panorma visto dall’alto sulla spiaggia e sulla maggior parte dell’isola.

Escursioni a Madeira

Abbiamo parlato delle principali città e villaggi di Madeira nella nostra lista delle cose da vedere, ma sull’isola c’è davvero molto da fare a livello escursionistico. Madeira infatti vanta numerosi punti panoramici, sentieri e trekking imperdibili.

Fra questi il primo che vi consigliamo è il percorso che porta a Vereda da Ponta de São Lourenço. È una delle escursioni più classiche di Madeira, ma al tempo stesso è un’esperienza unica ed imperdibile che vi regalerà tante foto da fare invidia sull’oceano o sui mari sempre irrequieti e in movimento del mare a nord dell’isola.

le verdi scogliere si affacciano sull'oceano

Tra i punti panoramici da non perdere a Madeira, vi consigliamo Cabo Girão. È una delle attrazioni più belle del Portogallo: un belvedere sito sul promontorio più alto, non solo del paese ma di tutta Europa con i suoi 580 m di altitudine. Negli ultimi anni è stato rinnovato ed è stata aggiunta una piccola parte in vetro, chiamata skywalk, che rende lo spot ancora più unico. La vista da qui è pazzesca e consente di godersi un panorama unico sull’oceano ma anche su Câmara de Lobos e la città di Funchal.

Un’ultima piccola escursione da fare a Madeira che vi consigliamo è Ponta do Pargo. Si trova a 312 metri di altitudine nella parte ovest di Madeira e offre una vista emozionante sull’oceano e sul paesaggio che si estende dal faro di Ponta do Pargo ad Achadas da Cruz. Uno dei punti più belli da fotografare da qui è sicuramente il faro, che racchiude tutto il bisogno di sicurezza di questa parte insolitamente più aspra e arida dell’isola.

Cosa mangiare a Madeira

Le attrazioni come abbiamo visto, non mancano a Madeira, ma parte integrante dell’esperienza sull’isola è la cucina! Ecco una lista dei piatti che non possono mancare sulle vostre tavolate sull’isola:

Espetada da Madeira: il piatto più tipico dell’isola. Si tratta di uno spiedino di carne servito con rami di alloro, altre spezie e con un piatto di pane sotto, che assorbe tutta la salsa rilasciata dalla carne per delle scarpette gustose;

Bolo de caco: non fatevi spaventare dal nome, sarà uno dei pani più buoni che proverete nella vostra vita. Viene tradizionalmente cotto su una pietra di basalto chiamata appunto “caco” e vi consigliamo di provare quello con burro ed erbe, il più tipico e apprezzato dai turisti.

Pesce sciabola servito con la banana: anche questo è uno dei piatti principali dell’isola. Anche se sembra una strana combinazione, si tratta di un piatto delizioso.

Picado de Madeira: è un piatto di carne di manzo servita con olive e verdure che però è circondata da un letto di patatine fritte.

Cozido madeirense: uno stufato di carne di maiale, patate dolci, riso e verdure, perfetto per gli stomaci più allenati.

Bolo de mel: non può mancare fra i dolci da provare. Ricorda in parte il pan pepato ed è una torta fatta con zucchero di canna e miele, noci, mandorle e uvetta.

Ad accompagnare i piatti che gusterete con piacere, non può mancare un buon vino. A Madeira la scelta del vino è molto facile data l’eccellenza dei prodotti locali, soprattutto per quanto riguarda quelli liquorosi. Sono diverse le marche di vini liquorosi che potrete assaggiare, per questo vi consigliamo di assaggiare il Blandy’s e il Cossart Gordon. Attenzione però alla loro gradazione alcolica è solitamente intorno ai 20°, molto più forte di quanto siamo abituati a bere noi italiani in un pasto.

WeRoad a Madeira

Se vi state chiedendo quando andare a Madeira la risposta è facile: sempre! Sull’isola il clima è sempre mite e quindi ogni periodo è giusto per prenotare quel volo.

A trovare i vostri compagni di viaggio invece ci pensiamo noi di WeRoad. Per farvi scoprire la natura con trekking ed escursioni, abbiamo pensato ad un itinerario 360°, che vi permetterà di lasciare indietro i pensieri e godervi questo meraviglioso giardino dell’Atlantico! Negli otto giorni del tour avrete modo di toccare con mano tutti i luoghi di cui vi abbiamo parlato, fra a natura lussureggiante e le spiagge invitanti.

Non mancherà un giorno di trekking per arrivare al Pico Ruivo, scoprirete tutto sul centro del vulcanismo di São Vicente e vi rilasserete nelle piscine naturali di Porto Moniz.

Siete pronti a scoprire Madeira? Allora preparate lo zaino e delle scarpe comode!

Barbara Amasino
Scritto da Barbara Amasino